Resta in contatto

News

Bari, dieci giocatori scalpitano per trovare spazio

Le secondee linee ancora non incidono come dovrebbero: per la rimonta c’è bisogno di tutti

Dopo aver incassato la sconfitta in casa con la Ternana nella partita che poteva servire a ridurre lo svantaggio dalla capolista, il Bari, ora a 7 punti dalla vetta, non può più permettersi passi falsi. Prima il direttore sportivo, poi l’allenatore, si sono assunti le proprie responsabilità, puntando il dito contro una condizione fisica non ancora ottimale e omogenea (motivo per cui è stato integrato un nuovo preparatore nello staff tecnico).

Affinché il Bari recuperi punti e continui a lottare per il vertice della classifica, oltre a convincere sul campo, c’è bisogno che tutti diano il proprio contributo, in particolar modo chi subentra a gara in corso o chi finora ha trovato meno spazio. La maggior parte delle seconde linee ancora non è riuscita a brillare per rendimento nonostante le proprie capacità.

L’edizione odierna de La Gazzetta del Mezzogiorno si concentra proprio su questo aspetto, parlando di elementi che ad oggi sono ancora degli oggetti misteriosi come Cristian Andreoni (fermato dalla pubalgia e ora pronto a tornare) e Nicola Citro, arrivato in vistoso ritardo di condizione. Ci si aspetta molto anche da Lorenzo Lollo e Carlo De Risio che hanno fatto vedere le proprie qualità solo a sprazzi.

Discorso a parte per Alessandro Minelli, Leonardo Candellone e Adriano Montalto: il primo ha ben figurato tutte le volte che è stato chiamato in causa ma poi è stato fermato dal covid (ora è recuperato), il secondo ha collezionato diverse apparizioni anche da titolare senza trovare il gol ma la sua attitudine è sembrata positiva per il grande lavoro a beneficio della squadra. Montalto ha realizzato due reti e dato un ottimo contributo nella gara con la Juve Stabia, probabilmente meriterebbe più spazio.

In questa analisi si parla anche di Simone Simeri e Zaccaria Hamlili, due calciatori già presenti in rosa addirittura dalla Serie D. Il centravanti napoletano ha dovuto fare i conti con problemi fisici che si trascinava dalla scorsa stagione, al rientro col Potenza ha segnato e poi ha steccato la gara con la Ternana: da lui ci si aspetta tanto e che non ricada più in inutili isterismi. Hamlili, invece, dal suo reintegro in poi ha giocato appena 20 minuti in due spezzoni di partita ma è di fatto nuovamente ai margini (in tribuna nel bigh match con la Ternana): il quotidiano chiude chiedendosi se sia davvero il caso di rinunciare consapevolmente alle doti di grande generosità e dinamismo dell’italo-marocchino.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "tutti giocatori di don Vincenzo!"

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "Ricordo, da ragazzo, un Bari-Milan 0-0 del 1998 in cui Ganz a qualcosa come 30 cm. dalla porta tira di testa a colpo sicuro e Mancini fa una parata..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Originalissima la sua intervista dell'89, se non ricordo male alla Domenica sportiva : " faccia due nomi di grandi attaccanti della serie A con cui..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Fisicaccio"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "Danc' nu tuzz Giuan danc' nu tuzz!"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News