Resta in contatto

News

Vent’anni dalla magia di Cassano in Bari-Inter: “Quel gol mi ha cambiato la vita”

Fantantonio ripercorre il gesto tecnico che ha impresso una svolta alla sua carriera lanciandolo nel calcio che conta

Sono trascorsi esattamente 20 anni da quel 18 dicembre 1999 in cui Antonio Cassano, all’epoca appena svezzato dal settore giovanile biancorosso, scelse di manifestarsi agli occhi del mondo del calcio segnando un gol splendido in Bari-Inter, match che finì 2-0. La vera storia calcistica di Fantantonio è nata in quella fredda sera di dicembre e lo ha portato poi a intraprendere una carriera che poteva essere certamente più ricca di successi ma che è stata ugualmente ricca di bei momenti.

“Il 18 dicembre 1999 – ricorda Cassano a La Gazzetta dello Sport – è cambiata la mia vita. Avevo 17 anni, senza quel gol sarebbe stata diversa. Lo guardo praticamente ogni giorno, anche con i miei figli. E a loro dico: ”Lì è cambiata la vita del vostro papà”. Da quel giorno sono diventato ricco, famoso e bello. Dissi che fu un gesto tecnico normale? Vero, in allenamento ma anche per strada ne avevo fatti di più belli”.

Il Peter Pan di Bari Vecchia chiude gli occhi e sale sul treno dei ricordi ripercorrendo gli attimi precedenti quella splendida rete, entrata nell’immaginario collettivo come uno dei gol più belli segnati in Serie A: “Lancio di Perrotta. Il più bello, forse l’unico azzeccato nella sua carriera. Pallone portato avanti col tacco destro: e quello è stato il difficile, condurre avanti la palla senza perdere velocità. Poi in dribbling salto Blanc e Panucci e infilo Ferron. E ho una certezza. È stato il gol più bello degli ultimi venti anni di Serie A. Ho incontrato Ferron a Coverciano. Mi ha detto: “Ma lo sai che per quel gol sono stato rimproverato a lungo dai miei compagni dell’Inter. Mi dicevano che avrei potuto parare il tiro”. Io gli ho detto che nessuno avrebbe potuto fermarmi”.

25 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
25 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Bello…..un parolone!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Rmmat

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sedi solo un’ingrato a noi Baresi.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Inioranza pura purtroppo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Teen la segatur ngap

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Condivido

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Nn sono invidioso in tutto nn mi interessa la vita x tutti è diversa ma bello… Mammame’

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non capisco tanto odio verso Antonio, mi sa di invidia. Tanti hanno la memoria corta, appena uscito fu subito venduto. Insieme a tanti altri ottimi calciatori, soldi che non sono andati alla bari. E poi, quanti avrebbero rinunciato a diventare ricco?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Barese rinnegato

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sei solo un pagliaccio devi tutto a bari sei diventato Rico buffone ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Bello non proprio .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

E cudd e cudd fù u gol.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Lui è fatto così, bisogna capirlo soltanto : PRENDERLO O LASCIARLO. STOP.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Per quanto ancora ricco”:!!!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Bravo, ma è tutto il resto che lascia desiderare, se avesse avuto un po’ di cervello

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ignorante è…….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Stupido

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sé avresti ricordato un po’ la tua città oggi non saresti odiato da tanti baresi Cassano non sei uno di noi bari ti odia ……

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Franco tanzella sei di famiglia???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ricco si famoso a metà bello molti dubbi potevi fare molto di più

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sei unico Antonio ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Chi lo conosce solo i Baresi lui nn lo è

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Io c’ero ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Bellissimo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Bello…proprio..

Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Signori se potevo mettere una foto io come capoletto non ce la Madonna ma la CURVA NORD u.c.n.x sempre"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News