Resta in contatto

Approfondimenti

Bari, un anno fa l’incontro coi tifosi al Della Vittoria. L’inizio della rinascita

Le parole del sindaco Decaro rassicurarono i tifosi sulla rinascita del movimento calcistico barese

“Il calcio a Bari non finirà in un pomeriggio di agosto del 2018. Il calcio a Bari continuerà per sempre. Forza Bari!”. E’ il 20 luglio 2018. Antonio Decaro ha il viso stravolto dal caldo e dall’emozione. Le lacrime rigano le guance del primo cittadino barese che di fronte alla curva nord del stadio Della Vittoria, gremita di tifosi, garantisce che farà tutto quanto in suo potere per fare in modo che il calcio nel capoluogo pugliese possa rinascere. Appena quattro giorni prima la FC Bari 1908 non si era iscritta, causa difficoltà economiche, al campionato di Serie B facendo sprofondare nel panico una città intera.

Per la prima volta dopo centodieci anni di storia Bari rischiava di non avere una squadra di calcio in grado di rappresentarla ad alti livelli. Decaro, finito anche lui nell’occhio del ciclone per non aver vigilato sugli errori commessi dalle precedenti gestioni dell’FC Bari (nata peraltro da un autofallimento appena quattro anni prima, ndr), si mise subito al lavoro per scongiurare questo rischio. Il primo passo fu proprio quello di rassicurare la piazza, sotto shock a causa di una situazione che fino a pochi mesi prima, con la squadra in lotta per la promozione in Serie A, sembrava impensabile.

Furono in migliaia a rispondere all’appello del sindaco per un incontro chiarificatore da tenersi al Della Vittoria il pomeriggio del 20 luglio. Decaro garantì che si sarebbe fatto carico personalmente dell’onere di valutare, con estrema attenzione, tutte le proposte di acquisizione del titolo sportivo che di lì a pochi giorni sarebbero cominciate ad arrivare sulla sua scrivania. Il titolo sportivo della futura società venne, come da regolamento, conferito dalla FIGC al Comune di Bari, che se ne sarebbe fatto carico fino a definitiva cessione, a titolo gratuito, a chiunque presentasse un progetto serio. Dopo undici giorni di incontri, proposte, trattative e richieste di chiarimenti fu la SSC Bari della famiglia De Laurentiis ad ottenere l’assegnazione del titolo sportivo. Il calcio a Bari era salvo.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da Approfondimenti