Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Bari, il pagellone della difesa: Caprile super, Di Cesare evergreen

Le valutazioni dei calciatori biancorossi al termine del girone d’andata

Trenta punti conquistati, quarto posto in classifica: questi i risultati raggiunti dal Bari nell’arco del girone d’andata del campionato di serie B. Sette vittore, nove pareggi e tre sconfitte per la formazione di Mignani, che si è affacciata da matricola al torneo cadetto.

Di seguito, le pagelle per il reparto arretrato:

CAPRILE 8 – Con Cheddira è senza dubbio la sorpresa del Bari. All’esordio nella categoria, sfodera prestazioni eccezionali senza alcun errore. Prodigioso nelle trasferte di Parma e Perugia, praticamente insuperabile contro il Modena quando ha respinto ogni assalto avversario. A referto anche due penalty sventati e le convocazioni in Under 21 e nello stage con Roberto Mancini.

PUCINO 6 – Confermato dopo la buona stagione in C, non ha avuto rivali nel suo ruolo fino all’ultimo mese. Diligente sulla corsia destra, senza particolari sbavature. In leggera flessione a novembre.

DORVAL 6,5 – Il doppio salto dalla serie D alla B non deve essere stato facile: ha saputo aspettare e sfruttare le occasioni, a partire dal match casalingo contro il Brescia, in cui si è rivelato protagonista. Da dicembre si è preso il posto, a sinistra o destra. A Reggio Calabria avrebbe trovato il gol, ma la sfortuna e un tocco di mano involontario gli ha negato una gioia che avrebbe meritato;

DI CESARE 7,5 – Si pensava che sarebbe stato la chioccia per i più giovani, in realtà è stato assoluto trascinatore della retroguardia e della squadra. Praticamente sempre presente (senza di lui il Bari ha perso a Frosinone), ha sfoderato prestazioni di eccelso livello, creando un muro davanti a Caprile. Fondamentale anche in area avversaria, decisiva la sua rete contro il Sudtirol per la rimonta;

VICARI 6,5 – Partito con qualche difficoltà, tra infortuni e guai fisici, si è preso il Bari e con Di Cesare ha composto una coppia dal sicuro affidamento. Peccato per quell’unica disattenzione a Frosinone, costata davvero caro;

TERRANOVA 6 – Titolare in avvio di campionato, rincalzo in corso d’opera: resta comunque una risorsa che Mignani ha talvolta utilizzato per sigillare il risultato quando ve n’era bisogno

ZUZEK 6 – Poche occasioni per mettersi in mostra: due partite per intero, diametralmente opposte. Perfetto a Frosinone, incerto nella sfida interna con il Sudtirol;

RICCI 6,5 – In avvio è stato lui il padrone della fascia mancina: qualche problemino nella fase difensiva, perché spesso non aiutato dalla mezz’ala di competenza. Le difficoltà sono tutte nel rosso rimediato a Perugia. Poi ingrana e va forte: si ferma sul più bello, dopo la buona prova con la Ternana e l’assist per Salcedo nel match interno con il Sudtirol;

MAZZOTTA 6,5 – Da fuori rosa a risorsa utile: sembrava dovesse andare via e a dicembre si è ritrovato titolare sulla corsia mancina, con ottimi risultati. Prima, qualche apparizione sicura. Propizia una rete nel roboante 4-1 con il Modena, ottimo nella difficile sfida di Reggio Calabria;

BOSISIO sv – Soltanto qualche secondo in campo a Parma, all’esordio. Il suo destino sembra essere lontano da Bari;

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia del Bari: deciso il miglior portiere di sempre!

Ultimo commento: "F.Mancini Loseto G. Frappampina Volpi Caricola DeTrizio Perrone Maiellaro Protti DiGennaro Joao Paolo"

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Servono un centrale, un play e un attaccante da gol. Questo in caso di infortuni è per dare respiro a Di Cesare, Maiello e Cheddira."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da Approfondimenti