Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Bari, Mignani: “Out Di Cesare e Mazzotta, valutiamo Ricci. Como in netta ripresa”

Il tecnico biancorosso presenta in conferenza stampa il match di domenica contro il Como

Michele Mignani, allenatore del Bari, parla in conferenza stampa a due giorni dalla trasferta di Como. Queste le sue dichiarazioni:

SOSTA – “La sosta a me non piace. Io vorrei giocare sempre, però ci è servita per gestire carichi di lavoro e per cercare di recuperare qualche pezzo perso per strada. Non ci sono cose particolari lasciate per strada”.

COMO – “Le partite offrono sempre delle difficoltà: il Como è una squadra in netta ripresa, lo testimoniano i risultati e le prestazioni collezionati nelle ultime partite. Sarà una sfida aperta e complicata, spero anche per loro. Tutti possono vincere con tutti, basta guardare i Mondiali per capirlo. Questo accade con le nazionali, figuriamoci in Serie B, figuriamoci con il Como, società che sta investendo molto negli ultimi anni”.

INDISPONIBILI – “Io vorrei sempre avere tutta la rosa a disposizione per poter scegliere, ma questo nel percorso del campionato a volte non accade. Ci manca Cheddira che è andato ai Mondiali, ci manca Maita che ha preso un giallo negli ultimi minuti contro il Sudtirol, ci manca Di Cesare che sta recuperando da un problemino, ci manca Mazzotta che sicuramente non verrà con noi a Como. Ricci? E’ una situazione diversa, nelle scorse ore ha accusato un fastidio, bisogna capire che tipo di problema è, per lui abbiamo ancora speranze. Quando hai una rosa con 25 giocatori, però, hai sicuramente la possibilità di metterne in campo altri: abbiamo abbastanza giocatori per andare a fare la nostra partita. Non ci sono incognite, rimane importante l’atteggiamento”.

DIFFERENZE RISPETTO AL SUDTIROL – “Sapevamo che il Sudtirol faceva densità in mezzo al campo, il Como gioca in maniera diversa rispetto al Sudtirol. Non mi piace tenere sempre e comunque aperti dei giocatori sulle corsie laterali”.

CETER – “Sta crescendo di condizione, sta bene. Bisogna pensare che quando si rientra da un periodo di inattività per infortunio si rientra con entusiasmo. Lui però si allena da una decina di giorni con la squadra: sarà convocato, ma pensare di schierarlo dal primo minuto è prematuro. Un tempo ce l’ha sicuramente, sono contento sia recuperato”.

CHI AL POSTO DI MAITA – “Potrebbe esserci chiunque, aspetterò fino all’ultimo per decidere. Mallamo è una certezza, ha fatto bene quando è entrato e ha fatto bene quando ha giocato dall’inizio; anche altri però sono delle certezze: D’Errico lo conosciamo già dallo scorso anno, anche se quest’anno ha giocato meno, c’è Benedetti e c’è anche Bellomo che può fare la mezzala. In quel reparto ho solo abbondanza”.

SCHEIDLER – “Il ragazzo, a parte i giorni immediatamente successivi al Sudtirol, ha fatto tutta una settimana con la squadra. Per me sta bene, resto convinto del fatto che debba ancora incattivirsi, anche se vedo che sta migliorando sotto questo aspetto. Sa fare la prima punta, sa fare da raccordo, poi quando arrivi da una nazione diversa un periodo di adattamento è fisiologico. Può dare una grossa mano in termini di collaborazione al gioco e di reti”.

BOTTA – “Per me Botta, come tanti altri, deve essere un valore aggiunto. Più Botta si alza e meno dà alla squadra perché è un cucitore di gioco e quando entra in partita alza i ritmi e vuole il pallone”.

CASA E TRASFERTA – “Mi piacerebbe giocare sempre in casa ma non è possibile. La nostra mentalità è sempre la stessa, poi si sa che un episodio può cambiare l’inerzia della partita”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia del Bari: deciso il miglior portiere di sempre!

Ultimo commento: "F.Mancini Loseto G. Frappampina Volpi Caricola DeTrizio Perrone Maiellaro Protti DiGennaro Joao Paolo"

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Servono un centrale, un play e un attaccante da gol. Questo in caso di infortuni è per dare respiro a Di Cesare, Maiello e Cheddira."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News