Resta in contatto

News

Bari, colpaccio esterno: tris al Perugia e prima vittoria (3-1)

Le reti di Folorunsho, Cheddira e Antenucci sanciscono la prima vittoria in campionato

Primo successo in campionato per il Bari, che resta imbattuto e sale a quota cinque punti in classifica dopo la vittoria conquistata sul campo del Perugia, al termine di una sfida ricca di reti e colpi di scena.

LE SCELTE – Mignani lascia in panchina Botta e lancia Bellomo alle spalle del duo offensivo composto da Cheddira e Antenucci. In difesa è Terranova a sostituire l’infortunato Vicari. Il Perugia risponde con il 3-5-2 disegnato da Castori con Strizzolo e Olivieri in attacco.

LA CRONACA – L’avvio è scoppiettante: dopo settanta secondi Cheddira si libera del diretto marcatore ma da posizione molto favorevole spara addosso a Gori, mancando una clamorosa chance. Poco dopo, il sig. Sozza assegna un penalty al Perugia per un fallo di Maiello ai danni di Olivieri. Il Var conferma, dal dischetto si presenta lo stesso attaccante che calcia in maniera potente ma angolando poco: Caprile intuisce la direzione e respinge con il corpo.

Al 10′ il Bari trova il vantaggio: azione bellissima iniziata da Cheddira e Antenucci, poi Maita rifinisce con un filtrante geniale per Folorunsho che, inseritosi in area con un bel movimento, controlla e batte Gori con un preciso diagonale mancino. Accusato il colpo, gli umbri attaccano a testa bassa: al 34′ è Angella a sfiorare il pareggio con un colpo di testa da distanza ravvicinata ma Caprile è ancora provvidenziale, deviando la conclusione sulla traversa. Dieci minuti dopo, il portiere è ancora decisivo sul potente diagonale di Kouan e sul possibile tap-in di Olivieri.

IL SECONDO TEMPO – A inizio ripresa Castori lascia negli spogliatoi Dell’Orco e inserisce Lisi: il Perugia si riversa in avanti alla ricerca del pareggio, ma è ancora il Bari a colpire al minuto 54: Cheddira sfrutta una clamorosa indecisione di Angella, anticipa Gori in disperata uscita e deposita in rete a porta sguarnita. Il doppio vantaggio degli ospiti dura però soltanto tre minuti: Strizzolo accorcia le distanze con un preciso colpo di testa su traversone di Casasola.

Dopo la rete dell’1-2, Mignani lancia nella mischia D’Errico, all’esordio in campionato, al posto di Bellomo. Il Perugia spinge forsennatamente e sfiora il pari con Casasola che colpisce di testa su punizione di Vulic ma centra il palo, con Caprile rimasto immobile. Castori cambia la coppia d’attacco: entrano Di Serio e Melchiorri al posto di Strizzolo e Olivieri. Nel giro di due minuti, le due squadre restano in dieci: prima Sgarbi e poi Ricci ricevono il secondo cartellino giallo.

Il match si fa convulso: Caprile è ancora super su Casasola e sul rovesciamento di fronte, al 69′, il Bari passa ancora: strappo di D’Errico che porta palla per diversi metri, poi serve Antenucci, freddo nell’entrare in area e fulminare Gori con una precisa conclusione di destro. Dopo la rete, Antenucci esce per fare spazio a Dorval, secondo esordiente di giornata. Il Bari bada a difendersi: Melchiorri mette dentro dopo una carambola ma la rete viene annullata per fuorigioco. Gli umbri non si arrendono: all’80’ sassata di Vulic dai trenta metri ma Caprile è ancora preciso e neutralizza in due tempi la velenosa conclusione del centrocampista serbo.

Nel finale Castori gioca il tutto per tutto con l’ingresso di Matos per Vulic, Mignani rinforza la linea mediana con gli innesti di Mallamo e Benedetti al posto degli esausti Maita e Folorunsho. Al minuto 87 Cheddira ha la chance per la doppietta personale ma Gori dice di no dopo la sua conclusione da posizione angolata. Nei minuti finali, il Bari amministra senza problemi e porta a casa la prima vittoria del campionato, tra i cori festanti degli oltre seicento tifosi accorsi dalla Puglia.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News