Resta in contatto

News

Folorunsho: “Bari, che sfida. Qui per far ricredere tutti sul mio conto”

Il centrocampista biancorosso si presenta in conferenza stampa

Prime parole da calciatore del Bari per Michael Folorunsho, centrocampista che, dopo aver bagnato il suo secondo esordio con la maglia biancorossa con una buona prestazione in Coppa contro il Padova, si esprime in questi termini in conferenza stampa:

LA SCELTA DI BARI – “Da quando è finito il campionato c’erano stati più avvicinamenti da parte del direttore, io fin da subito avevo dato la mia disponibilità. Tutti pensavano che io non sarei voluto tornare a Bari dopo l’esperienza negativa di tre anni fa, ma per me invece questa è l’ennesima sfida. Sapevo di non aver lasciato un bel ricordo di me e ci tenevo molto a tornare e a far ricredere tutti sul mio conto”.

PROTAGONISTA – “Questo è un campionato abbastanza particolare, ma io mi sento un protagonista. Voglio essere importante per la squadra e mi voglio far trovare pronto in tutte le occasioni in cui sarò chiamato in causa. In questi ultimi due anni ho saltato poche partite, al massimo per squalifiche. Ho giocato anche sopra al dolore con l’intenzione di dare una mano concreta alla squadra. Alla fine è sempre il gruppo che vince”.

CAMBIAMENTI E RUOLO – “A cambiare è stato soprattutto il mio livello di maturità, anche e soprattutto dopo l’esperienza negativa di Bari. A Reggio ho proseguito la mia maturazione a livello calcistico e umano. Poi alla fine quando acquisisci fiducia in te stesso non è così importante il ruolo in cui giochi, conta solo dare il massimo in ogni partita. Certo, i ruoli che prediligo restano quelli di trequartista e di mezzala: nasco mezzala, ma con Baroni mi sono adattato bene anche sulla trequarti”.

SERIE B – “Questo è un campionato in cui bisogna fare affidamento su tutto il gruppo, ho visto corazzate perdere partite al cospetto di squadre meno attrezzate sulla carta. Quest’anno in particolar modo il campionato sarà difficile, ma noi siamo una buona squadra e possiamo fare bene. La nostra formazione può essere molto competitiva, ci sono tanti giocatori che conoscono la B e sanno a cosa vanno incontro. Siamo forti, ma dobbiamo dimostrarlo sul campo partita dopo partita”.

IL RAPPORTO CON BELLOMO – “Con Nicola ho un grande rapporto, è un bravissimo ragazzo oltre che un grandissimo calciatore. Lui era contentissimo perché stava tornando nella città che ama, parlavamo di Bari anche quando eravamo a Reggio. Spero possa fare un grande campionato, ci potrà dare una grossa mano”.

NESSUN OBIETTIVO PERSONALE – “Non voglio pensare a quanti gol farò io, voglio solo il bene della squadra. Gol, assist e prestazioni verranno da sé”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News