Resta in contatto

Le pagelle di Labaricalcio

Bari-Palermo, le pagelle: Frattali senza colpe, male Botta e Cheddira

La gara al San Nicola è appena terminata: queste le pagelle biancorosse di labaricalcio.it

Si chiude con una sconfitta il campionato del Bari, battuto al San Nicola dal Palermo, vittorioso grazie alle reti siglate dall’ex Floriano e Brunori.

Di seguito, le pagelle dei biancorossi:

FRATTALI 6 – Nulla può sulla botta terrificante di Floriano, è sfortunato in occasione del penalty quando tocca la conclusione di Brunori ma non riesce a evitare il raddoppio;

BELLI 6 – Dalle sue parti gravita Floriano, cliente non facile, ma riesce a cavarsela. Si vede pochissimo in fase di spinta;

DI CESARE 5,5 – Ancora titolare dopo le buone prove delle ultime settimane. Qualche sofferenza in più, al di là delle reti del Palermo in cui i difensori non appaiono responsabili. Pericoloso in avvio di ripresa con una botta che manca di poco il bersaglio;

TERRANOVA 5,5 – Rientra tra i titolari dopo il turno di squalifica. Nel secondo tempo concede la punizione dalla quale scaturisce il calcio di rigore assegnato al Palermo;

MAZZOTTA 6 – Si riprende il posto nell’undici titolare dopo un po’ e al termine della prima frazione regala un assist al bacio per Scavone, che spreca malamente da pochi passi. In generale, è uno dei pochi a non sfigurare;

MALLAMO 5,5 – Non riesce a incidere come spesso gli è accaduto in stagione: nella ripresa una sua penetrazione in area meriterebbe migliore fortuna ma viene murato sul più bello;

MAIELLO 5,5 – Forse soffre l’assenza contemporanea dei suoi due alfieri “preferiti”, Maita e D’Errico. Dai suoi piedi non riesce a partire la manovra e il Bari, inevitabilmente, soffre;

SCAVONE 5,5 – Titolare sul centro-sinistra della linea mediana: grazie ai suoi inserimenti, ha due buone chances nel corso del primo tempo, ma la mira è infelice in entrambe le occasioni. Soprattutto nella seconda avrebbe potuto fare molto di più, da ottima posizione;

BOTTA 5 – Viene subito colpito duro e non incide come dovrebbe. “Suggella” la sua prestazione poco positiva con il fallo di mano che regala il rigore al Palermo;

ANTENUCCI 5,5 – Prova a suonare la carica in qualche occasione, nella ripresa firma l’unico tiro in porta del Bari, ma Massolo gli nega la rete;

CHEDDIRA 5 – Rientro da titolare dopo due gare iniziate dalla panchina. Quarantacinque minuti impalpabili, in cui combina poco o nulla;

D’ERRICO 5 – Gioca l’intero secondo tempo, ma senza sussulti. Prova scialba;

CITRO 5,5 – Entra dopo l’intervallo, prova a vivacizzare l’attacco: ci riesce in avvio ma si perde con il passare dei minuti;

GALANO 5,5 – Rileva Botta ma ha le stesse difficoltà dell’argentino: non riesce a trovare sbocchi e giocate;

GIGLIOTTI 6 – In campo per poco più di venti minuti, non incide in fase offensiva ma non demerita;

BIANCO sv – Pochi minuti in campo, ingiudicabile;

MIGNANI 5,5 – Stavolta il Bari non interpreta al meglio la gara: il Palermo, pur senza strafare espugna il San Nicola. Probabilmente, gli oltre 25mila spettatori meritavano qualcosa in più;

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "mannini, loseto g. carrera progna jarni bergossi maiellaro gerson perrone protti joao paulo"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "L intervista più bella fu quella al 90 minuto quando disse che vide il portiere fuori dai pali e gli tirò una chinessa. :), mitico. Forse fu proprio..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo i suoi bolidi dai calci di punizione ed in particolare il goal in in cosenza bari che ci spinse verso la A. Grande difensore."

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altro da Le pagelle di Labaricalcio