Resta in contatto

Le pagelle di Labaricalcio

Catania-Bari: Terranova da urlo, Simeri decisivo. Antenucci e Cheddira in ombra

La gara al Massimino è appena terminata: queste le pagelle biancorosse di labaricalcio.it

Terza vittoria di fila per il Bari che, dopo Monterosi e Picerno, piega anche il Catania grazie alla rete di Simeri arrivata in pieno recupero. Vantaggio biancorosso siglato da Terranova, pari etneo di Moro, poi l’ingresso e la rete del centravanti napoletano.

Di seguito, le pagelle dei biancorossi:

FRATTALI 6 – Non deve effettuare interventi di rilievo, sul colpo di testa di Moro è esente da colpe;

BELLI 6 – Bene nel primo tempo quando più volte riesce anche ad arrivare sul fondo. Nel secondo tempo bada più alla fase difensiva e regge bene. Chiude con i crampi;

TERRANOVA 7,5 – Solidità ed esperienza al servizio del Bari. Alla prova impeccabile in fase difensiva associa la rete che porta per la prima volta in vantaggio il Bari. E’ stato anche l’attaccante più pericoloso;

DI CESARE 5,5 – Macchia una prestazione solida con la disattenzione che costa il provvisorio pareggio al Catania;

RICCI 6 – Benissimo per sessanta minuti. I problemi arrivano quando Piccolo gravita dalle sue parti. Non mancano difficoltà, è costretto a ricevere il giallo ma tiene duro;

MAITA 6,5 – Partita da playmaker e la prima occasione parte dai suoi piedi con l’illuminante lancio per Cheddira. Nella ripresa si vede di più in fase di filtro. Fa il suo, con quantità e qualità;

BIANCO sv – Pochi minuti in campo, poi è costretto ad alzare bandiera bianca;

MALLAMO 6 – Prima da titolare dopo l’assist contro il Picerno. Si piazza a sinistra ed è protagonista di qualche recupero importante, soprattutto nella ripresa. Si vede poco in area avversaria;

BOTTA 6,5 – Dai suoi piedi nascono sempre i maggiori pericoli per la difesa avversaria. Regala dalla bandierina l’assist a Terranova. Dopo sfiora il raddoppio e spreca la punizione a due in area. Deve migliorare in fase di finalizzazione;

ANTENUCCI 5,5 – Torna titolare dopo l’infortunio muscolare patito. Reclama un rigore e incide poco. L’emblema della sua opaca prestazione è il contropiede sprecato poco prima di lasciare il posto a Marras;

CHEDDIRA 5,5 – Ha la prima chance del match e nell’occasione non poteva fare molto di più. Per il resto si vede pochissimo e non riesce a rendersi pericoloso;

SCAVONE 6 – Entra a freddo, molta quantità. Come il dirimpettaio Mallamo, si vede molto poco in fase di appoggio all’azione offensiva;

MARRAS 6,5 – Entra per dfruttare le praterie in contropiede ma il pari del Catania fa saltare i piani. Si eclissa fino al 95′, quando sfrutta il regalo della difesa del Catania e sforna l’assist al bacio per Simeri;

SIMERI 7 – Sembra il deja-vu di domenica scorsa. Anzi, con a disposizione molti minuti in meno, riesce a graffiare comunque regalando tre punti pesantissimi ai suoi con il “solito” colpo di testa;

PAPONI 6 – Pochi minuti per l’esordio con la casacca biancorossa;

PUCINO 6 – Ancora uno spezzone di partita per sostituire Belli. Riesce a non farlo rimpiangere;

MIGNANI 7 – Il Bari concede pochissimo e fa la partita. La squadra accusa un calo dopo il pareggio e, ancora una volta, i cambi lo premiano. Se succede spesso, non può essere un caso;

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "hai ragione ma è una classifica impossibile da fare ,troppi giocatori forti lasciati fuori . Se ci limitiamo agli ultimi 30 anni potrei essere..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "io ero in curva quando Maiellaro ci deliziava, la sua sfortuna è stata che in Nazionale ci stava prima Giannini e poi Baggio e Vicini due fantasisti..."

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altro da Le pagelle di Labaricalcio