Resta in contatto

News

Teramo-Bari (2-1), la sconfitta si consuma in sette minuti: ora l’obiettivo è confermare il secondo posto

Pesante sconfitta dei biancorossi sul campo del Teramo che mette definitivamente fine alle speranze di agganciare la Ternana

Giornata disastrosa per il Bari di Gaetano Auteri che in sette minuti torna a casa a mani vuote e con il rammarico di aver gettato al vento, definitivamente, ogni possibilità, già flebile, di poter mettere pressione alla capolista Ternana e insidiare il primo posto. Nella ventiduesima gara del Girone C di Serie C il Teramo batte il Bari per 2-1. Passano in vantaggio i pugliesi con Antenucci con un gran gol in pallonetto su Lewandowski e chiude il primo tempo sopra di un gol. Nella ripresa il Teramo entra più convinto del Bari e attacca i pugliesi con grande convinzione.

Il Bari però ha l’occasione di raddoppiare con un calcio di rigore conquistato da Candellone. Marras però si fa ipnotizzare da Lewandowski e il risultato resta di 1-0. Al 74′ si consuma il disastro. Semenzato tocca la palla con il braccio in area. Frattali si oppone al rigore di Arrigoni ma sulla respinta Semenzato butta a terra Pinzauti. Secondo giallo e Bari in dieci. Frattali para ancora il rigore, questa volta su Bombagi, ma lo stesso numero 10 ribatte in rete.

Il Teramo è galvanizzato dal gol e attacca il Bari, ormai in dieci e senza idee in campo, stordito dal rocambolesco pareggio.  Appena sette minuti e ancora Bombagi scarta in area Sarzi Puttini e segna di prepotenza. Il Bari sparisce dal campo, non riesce più a rendersi pericoloso, il Teramo controlla la gara e rende inefficace ogni timido tentativo pugliese di trovare la via del gol. Lewandowski, in realtà, quasi inoperoso per tutto il secondo tempo.

Bari che perde malamente una partita decisamente alla sua portata facendosi male da solo ma soprattutto dicendo addio definitivamente ad ogni speranza di poter agganciare la vetta della classifica. L’andamento altalenante della squadra di Auteri non poteva che avere questo percorso e ora, a tre mesi dalla conclusione non può che difendere il secondo posto e già proiettarsi ai playoff post season.

17 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Con auteri si rischia anche il secondo posto e Ancor più nemmeno di arrivare a giocarsi la finale ai play off va beh tanto è quello che vuole Delaurentis restare in serie c lo abbiamo capito

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Per me è finito qui il campionato

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Che schifo…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Ma i playoff bisogna vincerli…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

La squadra nn reggeva i ritmi del teramo,centrocampo scarso

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Finiremo a – 20.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Dove sono i seguaci??????

Simone
Simone
3 mesi fa

Oramai il campionato ve lo scordate.🤣
Forza FERE 🔴🟢

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Ventura subito oppure rischiamo ancora di perdere i playoff

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Caro Andrea, so di essere ripetitivo ma è noto che le squadre sono lo specchio degli allenatori, soprattutto quando hai dei giocatori discreti, alcuni buoni, a tua disposizione. Autieri ha dimostrato, per l’ennesima volta, di essere solo un testardo fissato con le sue idee. Dopo averci fatto subite D’Ursi per tutto il girone di andata, ora si è fissato con Candellone, e giochiamo in dieci ogni volta. Inoltre è un perdente perché è evidente che la squadra non ha le palle per reagire ai momenti negativi che durante una partita ci possono stare per vari motivi: infortuni, sviste arbitrali (… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Il Teramo non vinceva dal 18 novembre! Comunque i punti dalla ternana fra qualche giornata..saranno 14 in quanto il bari riposerà .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Ora l’obiettivo è cacciare il direttore sportivo perché non serve e con lui anche il mister

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

IL TUO OPERATO ABBIAMO GIUDICATO
LA TUA PRESENZA NON HA PIÙ SIGNIFICATO‼️
AUTERI VATTENE
NON MERITI IL NOSTRO RISPETTO…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Ma come si fa a tenere questo allenatore

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Obiettivo cacciare Auteri

Giorgio
Giorgio
3 mesi fa

Dai, bene così, non fa niente…

Simone
Simone
3 mesi fa
Reply to  Giorgio

Si si, sempre così FINOALLAFINE come dicevano gli juventini

Advertisement

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News