Resta in contatto

News

Bari, Garzya: “Mi rivedo in Celiento. In Serie C contano i leader”

L’ex difensore biancorosso commenta le prime uscite del Bari in C. E tra i galletti Celiento gli ricorda se stesso da ragazzo

“È raro trovare in un campionato di Serie C nella difesa a 3 giocatori con le caratteristiche di Celiento, spesso si prediligono calciatori molto fisici. Invece lui ricorda un pò il mio modo di giocare, gli auguro di restare a lungo a Bari”. Gigi Garzya, ex difensore e bandiera biancorossa, individua nel neo acquisto biancorosso il suo erede, sicuro nelle giocate e coraggioso nello spingersi in attacco e segnare.

“Ma in questo torneo contano i leader, soprattutto nei momenti più complessi. – spiega in un’intervista a Radio Selene, nella trasmissione Passione Bari Extra Time – Penso a Di Cesare e Antenucci, giocatori di questa caratura contano e pesano tanto. L’esperienza di Valerio Di Cesare è ancora fondamentale per questo Bari. Ha giocato in Serie A e B e può essere ancora la guida ideale. Quest’anno il Bari ha gli uomini giusti, ha fatto un mercato mirato e ha un allenatore vincente”.

E proprio sul cammino del Bari, Garzya mette in guardia i biancorossi: “I veri valori si vedranno a novembre ma resto dell’idea che il Bari sia la squadra più forte del girone e abbia tutto per vincere il campionato. Ha forza tecnica e societaria superiore alle altre. Spero solo che non si faccia l’errore dell’anno scorso, ovvero pensare di poter vincere semplicemente il campionato. Sappiamo tutti che la favorita del girone C è il Bari, ma occhio perché la scorsa stagione ci ha dimostrato che è necessario essere sempre sul pezzo. È il raggruppamento più difficile e non capisco perché la Ternana non sia stata inserita nel gruppo B. Resta il gruppo più tosto, c’è il Catania, il Palermo, l’Avellino che ha fatto un gran mercato, il Monopoli stesso, il Catanzaro“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "come non ricordare Magnanini Kappa Rebizzi Seghedoni Conti Erba Cicogna Catalano"

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "Ricordo, da ragazzo, un Bari-Milan 0-0 del 1998 in cui Ganz a qualcosa come 30 cm. dalla porta tira di testa a colpo sicuro e Mancini fa una parata..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Originalissima la sua intervista dell'89, se non ricordo male alla Domenica sportiva : " faccia due nomi di grandi attaccanti della serie A con cui..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Fisicaccio"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "Danc' nu tuzz Giuan danc' nu tuzz!"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News