Resta in contatto

News

Calabro: “Alla vigilia avrei firmato per il pari, ora sono deluso. Il Bari non era in vacanza”

Il tecnico dei laziali è intervenuto in conferenza stampa al fischio finale della gara pareggiata dai suoi con i galletti

In vantaggio per oltre 90 minuti, Antonio Calabro e la Viterbese accarezzavano già l’idea dei tre punti contro il Bari ma il pareggio di D’Ursi a tempo scaduto ha negato loro questa gioia. A fine partita il tecnico dei laziali è intervenuto in conferenza stampa senza nascondere il suo rammarico: “Dopo Ternana e Reggina, quella di oggi è stata come una coltellata. Purtroppo sta succedendo spesso. Nonostante ciò faccio i complimenti a miei ragazzi: oggi avevamo un’età media di 22-23 anni con tante assenze, il mercato in corso e un avversario importante”.

Pur in una situazione di difficoltà la Viterbese ha sfiorato l’impresa: “Credo che avremmo meritato il risultato pieno viste le nostre difficoltà e la squadra che avevamo di fronte. Ci hanno fatto un gran gol, ma quel cross non doveva arrivare. In alcuni momenti abbiamo prodotto qualcosa di importante, ma la gran parte della gara l’avevamo preparata in maniera diversa, non potevamo fare altro. Se avessimo avuto delle alternative sono convinto che avremmo potuto cercare il secondo gol. Nel primo tempo il Bari non ha mai tirato in porta. Alla vigilia avremmo firmato per il pareggio, ora sono deluso per non aver preso i tre punti”.

Originario di Galatina, Calabro ha concluso con una battuta campanilistica: “Da Lecce in molti mi hanno chiamato per chiedermi di fermare la cavalcata del Bari. I galletti non hanno sottovalutato la gara, non erano in vacanza ma siamo stati noi a metterli in difficoltà. Il gol di D’Ursi mostra tutta la qualità del Bari, oggi però noi l’abbiamo nascosta”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Sandro Mannini sicuramente....al posto di Ingesson certamente Gerson...si perde in impostazione ma si guadagna in solidità difensiva...allenatore..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "Ricordo, da ragazzo, un Bari-Milan 0-0 del 1998 in cui Ganz a qualcosa come 30 cm. dalla porta tira di testa a colpo sicuro e Mancini fa una parata..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Originalissima la sua intervista dell'89, se non ricordo male alla Domenica sportiva : " faccia due nomi di grandi attaccanti della serie A con cui..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Fisicaccio"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "Danc' nu tuzz Giuan danc' nu tuzz!"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News