Resta in contatto

News

Raffaele non teme il derby appulo-lucano: “Bari forte, ma il Potenza non tremerà”

Il tecnico rossoblù presenta la sfida del San Nicola: “Giocheremo in uno stadio fantastico e non ci snatureremo”

Giuseppe Raffaele gonfia il petto si fa coraggio nel match più complicato ed al contempo affascinante: il derby appulo-lucano contro il Bari in programma domenica al San Nicola, alle 17,30. «Sarà una partita difficilissima da affrontare con la massima attenzione e cercando di sbagliare il meno possibile”, le parole del tecnico del Potenza. “Affrontiamo una squadra che ha dei mezzi abbondantemente superiori alla categoria, ma cercheremo di essere fedeli al nostro credo per cercare i tre punti. Veniamo da quattro vittorie consecutive: vedo la squadra convinta e sicura di sé. Non abbiamo preso particolari contromisure rispetto ad altre gare. Se subiremo il fascino del “San Nicola”? E’ uno stadio importantissimo, ma abbiamo affrontato con personalità situazioni simili. Il Bari cercherà di sfruttare il suo gioco e le grandi individualità di cui dispone. Dopo un inizio in sordina, la loro mentalità è emersa. Con Vivarini non hanno mai perso e hanno trovato continuità. Il campionato è tutto da giocare e nessuno può cullarsi sugli allori. Le prime cinque in classifica hanno però creato un divario sulle altre. Non so se il Bari ci tema, ma di certo ci rispetta. C’è da difendere un secondo posto, sapendo che servirà una grandissima prestazione ed un’impresa per uscire indenni dalla sfida».

Mirco Antenucci è individuato all’allenatore dei lucani come il pericolo numero uno: “All’inizio è stato un po’ sotto esame perché segnava solo su rigore, ma stiamo parlando di un calciatori assolutamente determinante. E’ normale che ci sia un particolare occhio di attenzione, ma il nostro modo di difendere non cambierà. Se poi dovesse riuscire a tirare fuori una giocata delle sue, questo è un altro discorso».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Meglio in panca. Ma non come allenatore che è scarsissimo"

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "Ricordo, da ragazzo, un Bari-Milan 0-0 del 1998 in cui Ganz a qualcosa come 30 cm. dalla porta tira di testa a colpo sicuro e Mancini fa una parata..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Originalissima la sua intervista dell'89, se non ricordo male alla Domenica sportiva : " faccia due nomi di grandi attaccanti della serie A con cui..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Fisicaccio"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "Danc' nu tuzz Giuan danc' nu tuzz!"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News