La Bari Calcio
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Bari, ora si fa sul serio. Cornacchini al primo vero test di questa stagione

All’inizio del campionato di serie C 2019/2020 il tecnico deve fare i conti con ancora i lavori in corso. Normale per una squadra del tutto nuova. Serve rodare dei meccanismi ma l’allenatore biancorosso è carico e pronto

Il ritiro è finito, i test sono stati fatti, le idee si sono schiarite. Da domani si fa sul serio. Alle 17.30 la Sicula Leonzio attende il Bari a Lentini per la prima partita di campionato di Serie C Girone C. I biancorossi arrivano al debutto nella Lega Pro 2019-20 con alle spalle una vittoria e una sconfitta in gare ufficiali, in Coppa Italia, rispettivamente contro la Paganese e contro l’Avellino, sconfitta che è costata l’eliminazione dalla Coppa Italia di serie C.

Come ovvio che sia però il Bari porta con sé aspetti positivi e negativi alla fine di questa preparazione estiva. Partiamo da quelli positivi. Il tecnico biancorosso ha a disposizione grande abbondanza di uomini in ogni reparto e molti di loro hanno l’esperienza adatta per portare il Bari a creare un gioco vincente e anche piacevole a cui assistere. Ma tutti sicuramente hanno in loro la consapevolezza di dover lottare da protagonisti per la promozione diretta. Molti, inoltre, si sono inseriti bene in squadra e, nelle prestazioni, hanno dimostrato di saper prendere l’iniziativa giusta, calcolando bene come e quando rischiare la giocata.

Insieme agli aspetti positivi, però, vanno considerati anche quelli negativi. Cornacchini ha lavorato fondamentalmente su due moduli: il 4-3-3 e il 4-4-2. Sebbene lo stesso allenatore del Bari abbia sempre dichiarato che poco importa il modulo se l’interpretazione dei movimenti è ben chiara, è anche vero che in queste due uscite ufficiali hanno mostrato diversi vuoti nella capacità di assumere una chiara identità di gioco. Altrettanto vero è che Cornacchini ha voluto sperimentare tanto. Cosa buona da un lato, meno buona dall’altro poiché a fine agosto dovrebbe essere chiara la propria cifra tattica. La certezza è Antenucci terminale d’attacco. Ma meno certo è il circuito di gioco che porta l’attaccante a ferire le difese avversarie. I gol arrivati in questo pre campionato sono stati frutto di illuminazioni dei singoli e alcune delle giocate sono risultate un po’ troppo prevedibili.

Nessun dramma però, sia chiaro. La condizione fisica di una preparazione estiva incide certamente sulla capacità di sviluppo del gioco. E il fatto che più di due terzi della squadra sia composta di nuovi elementi non giova alla celerità di apprendimento degli automatismi. Il più verrà nel corso delle prime giornate di campionato. Domenica ci sarà il primo vero esame per mister Cornacchini, lui è carico e pronto. Ora non resta che tifare i biancorossi e mettere a frutto il lungo lavoro estivo.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Anche Diaw svolge allenamento differenziato: difficile il recupero per la gara di sabato pomeriggio...
Finale inatteso nella conferenza stampa di capitan Di Cesare...
Le parole del capitano biancorosso in conferenza stampa a pochi giorni dalla sfida di Cosenza...

Dal Network

Aquilani
Il tecnico del Pisa Alberto Aquilani analizza il pareggio per 1-1 tra Bari e ...
Dopo un ottimo primo tempo, i nerazzurri rischiano più volte nella ripresa...
Il possibile undici dei nerazzurri in vista della sfida del San Nicola. Rientri importanti in...

Articoli correlati

La Bari Calcio