La Bari Calcio
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il Personaggio Biancorosso – Carulli: “Fiducia in De Laurentiis, Bari in A vale tantissimi soldi”

Per la nostra rubrica dedicata ai tifosi biancorossi nel mondo dell’imprenditoria abbiamo sentito Vito Carulli, titolare di Carulli, nota azienda di forniture per pasticcerie e gelaterie

Vito, come nasce l’idea di questa partnership con labaricalcio.it? 

“Abbiamo investito su labaricalcio.it innanzitutto perché siamo tifosi da generazioni e in secondo luogo anche per un discorso di visibilità: la nostra azienda si muove maggiormente su territori di Bari e provincia ed è interessata a quello che avviene all’interno di questo territorio”.

Raccontaci qualcosa in più della vostra realtà. 

“La nostra è un’azienda che nasce dalla costola di un’altra azienda: siamo un’agenzia di rappresentanza con movimenti, oltre che in Puglia, anche in Basilicata e Molise. La volontà era quella di creare un ingrosso, sempre nel settore alimentare, che potesse fornire velocemente quei prodotti che noi trattiamo in agenzia. Abbiamo chiuso il cerchio con la commercializzazione del prodotto. La nostra sede commerciale è su Bari città e fornisce la maggior parte delle attività di pasticceria, gelateria, ristoranti e bar che sono situati in questo territorio”. 

E l’amore per il Bari? Cosa ci dici a proposito?

“Tanto io quanto tutta la mia famiglia siamo abbonati da tanti anni, tolta la stagione della Serie D siamo sempre stati vicini alla squadra, abbiamo anche fatto degli investimenti pubblicitari importanti durante lo scorso anno, sempre con l’intenzione di dimostrare il nostro amore che è morboso, anche durante le trasferte. Il Bari per me è tutto, non riesco ad arrabbiarmi anche quando perde. Non commento, non scrivo, non critico, non giudico: è un amore che va oltre il risultato”. 

Il momento è senza dubbio tra i più complicati degli ultimi anni. Lei da imprenditore cosa si sente di dire sulla gestione De Laurentiis?

“Da imprenditore dico che sappiamo tutti che il Bari ha un obiettivo triennale e quindi bisogna rispettare le scelte dell’azienda; ogni imprenditore fa dei progetti e in questo i De Laurentiis sono maestri, non hanno mai sbagliato”. 

Da tifoso invece?

“Da tifoso dico che secondo me c’è qualcosa che andava fatto alla fine dello scorso campionato, bisognava azzerare tutto: quando si perde rimangono dei dispiaceri nei giocatori, vengono a mancare le motivazioni. Serviva intervenire sia nel settore tecnico che in quello calcistico. Resto però fiducioso perché abbiamo una società solida: non credo che i De Laurentiis vogliano tenere il Bari in questa situazione, Bari in Serie A vale tantissimi soldi. Prima o poi, più prima che poi mi auguro, questo avverrà”. 

In chiusura, un augurio di buon anno nuovo a tutti coloro i quali leggeranno questa intervista. 

“Un augurio di buon anno a tutti i tifosi del Bari e a tutta quella gente che crede e che investe nel suo territorio. Siamo bravi, non siamo secondi a nessuno, sappiamo fare impresa e sappiamo fare commercio, lo abbiamo nel dna”. 

Articoli correlati

L’attaccante ex Parma assoluto protagonista dell’avvio di stagione del Bari Ha segnato il primo gol...

Dal Network

“Fare punti è fondamentale per la nostra crescita. Derby? Le motivazioni verranno da sole"...
La squadra di Vivarini ha saputo soffrire ed è riuscita a trovare una clean sheet...
Il centrocampista ha smaltito i problemi influenzali. Disponibile anche Brighenti, che rientra dal turno di...
La Bari Calcio