Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Bari, Maita: “Firmerei per il quarto posto. Palermo? Gli episodi fanno la differenza”

Il centrocampista biancorosso si racconta in conferenza stampa

Mattia Maita, centrocampista del Bari, parla in conferenza stampa a qualche giorno di distanza dalla sconfitta di Palermo. Queste le sue dichiarazioni:

PALERMO – “La partita di Palermo ci dice tanto: abbiamo fatto una buona prestazione e dovevamo raccogliere qualcosa di più. Gli episodi fanno sempre la differenza, abbiamo preso un gol rocambolesco, questo è il calcio. Prendiamo quello che di buono abbiamo fatto per più di 80 minuti e ripartiamo da quello”.

UMILTA’ – “Io credo che la nostra forza fin qui sia stata quella di guardarsi indietro rispettando gli avversari. Prima la salvezza, poi tutto il resto. Ogni volta che abbiamo avuto il pensiero di essere più forti degli alti e di dover correre meno degli altri abbiamo preso schiaffi. Se iniziamo a credere di dover guardare solo avanti prendiamo schiaffi. Questa è una B veramente forte: adesso giochiamo contro il Perugia, una squadra forte che si trova in quella posizione di classifica. Io, come i miei compagni, al momento firmerei per il quarto posto. Voglio continuare su questa strada”.

GOL PRESI NEL FINALE – “Non si tratta di gol nei quali è mancata attenzione e cattiveria, sono episodi sfortunati. Ci possiamo lavorare sicuramente, possiamo aiutarci a stare più attenti nei minuti finali. Dobbiamo però pensare anche a tutto quello che di buono facciamo, ci toglieremo delle soddisfazioni, Rivolgiamo la testa alla partita di sabato contro una squadra forte e dura, sarà una partita tosta”.

PROSSIMI 270 MINUTI PIU’ ‘ABBORDABILI’ – “Non c’è un lato debole in questo campionato. Certo, queste tre partite diranno tanto perché stiamo entrando nel clou del campionato e, se riesci a fare il risultato, la strada si può definire”.

IL SUO RENDIMENTO – “Ognuno ha ciò che merita. Poi, certo, trovarsi in B in una tale situazione di classifica è anche una soddisfazione personale perché in passato mi hanno fatto pensare di non essere pronto per la B. Sono contento per Caprile e Cheddira, sono due ragazzi dal futuro roseo. Io non vivo per i riflettori, vivo solo per ottenere i tre punti il sabato e per portare più in alto possibile il Bari. Sono molto contento di quanto fatto finora, spero di continuare così”.

MERCATO – “Non tocca a me parlare di mercato, ma se arrivasse qualche nuovo compagno in squadra sarebbe ben accetto. Il direttore ha sempre detto che non prende tanto per prendere, siamo fiduciosi e siamo nelle mani del direttore sportivo e del presidente”.

TIFOSI – “Siamo la sorpresa di questo campionato, ci stiamo divertendo. Spero che i tifosi ci siano sempre vicini come hanno fatto finora, spero che riusciremo a riportare allo stadio quei numeri registrati con il Genoa”.

ANTENUCCI – “Mirco è sempre carico, ha il gol dentro. Parliamo di un attaccante importante, inutile andare a ricordare la sua carriera. In una squadra forte come la nostra ci sta rimanere qualche partita fuori. Lui, però, è il nostro bomber e ci darà una grossa mano”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Servono un centrale, un play e un attaccante da gol. Questo in caso di infortuni è per dare respiro a Di Cesare, Maiello e Cheddira."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News