Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Bari, Mignani: “Ternana? Sarà partita difficile per noi e per loro. Ok Maiello”

Il tecnico biancorosso presenta la sfida con la Ternana in conferenza stampa

Michele Mignani, allenatore del Bari, si proietta in conferenza stampa sull’appuntamento di venerdì sera contro la Ternana. Queste le sue dichiarazioni:

LA PARTITA – “Ogni settimana si affrontano sempre avversari tostissimi. Sono tutte partite equilibrate nelle quali affronti squadre in alto in classifica, dobbiamo prepararci bene ed essere pronti a una partita di grande sostanza. Il livello sta crescendo, bisogna dare sempre di più”.

MAIELLO – “Ha fatto tutta la settimana con la squadra, penso che sia disponibile”.

NON SOLO RIPARTENZE – “Una delle nostre caratteristiche è la ripartenza, ma non credo che noi siamo solo questi. Abbiamo fatto vedere tante cose. Troveremo una squadra esperta che si sta confermando, sarà una partita difficile per noi ma anche per loro”.

BOTTA – “Il Botta che io vedo allenarsi in questi giorni è molto motivato, sta bene fisicamente. A Parma ha fatto una buona partita secondo me, lui fa da collante tra centrocampo e attacco con grande qualità. Ci aspettiamo diventi più determinante davanti alla porta. Sta crescendo rispetto a inizio anno, lo vedo bene”.

BALLOTTAGGI IN DIFESA – “Ho diverse opzioni. Avevo bisogno di vedere Zuzek, ho avuto conferma del fatto che fosse un giocatore affidabile. Valerio è il nostro capitano e ha fatto un inizio di stagione strepitoso. E’ affidabile anche Vicari che sta bene e ha recuperato, lo sono anche Terranova, Gigliotti e Bosisio. Sono contentissimo di avere giocatori sani che hanno dimostrato di poter essere titolari in ogni partita”.

LE ULTIME TRE SCONFITTE – “Nelle ultime tre partite la squadra ha sempre fatto prestazioni. Il campionato è difficilissimo, trovi squadre sempre attrezzate. Non ti devi preoccupare se nel corso della stagione vadano male alcune partite, ti devi spaventare se non c’è prestazione. Non abbiamo fatto risultato di recente per una serie di episodi, alle volte gli episodi vanno a tuo favore e altre volte contro. Sono state tre partite diverse: l’Ascoli ha deciso di toglierci spazi e l’ha fatto anche bene, la partita con il Parma è stata differente perché avevamo di fronte una squadra che ti lasciava campo, mentre quella con il Frosinone è quella che fa meno testo perché loro, nonostante la superiorità numerica, non si sono mai messi in condizione di concedere ripartenze”.

ULTIME DUE VINCITRICI DEL GIRONE C – “Ho allenato tutti i gironi di Serie C, ogni anno la geografia cambia. Il nostro girone dell’anno scorso era uno dei più difficili, se non il più difficile, e la testimonianza è il fatto che la quarta promossa sia stata il Palermo. Può essere uno spot del Girone C, si affrontano due squadre che stanno facendo bene. La Ternana si è confermata, dobbiamo farlo anche noi”.

TIFOSI – “Sono contento che i ragazzi siano riusciti a far tornare allo stadio tanta gente. Da allenatore e da ex calciatore so che quando vai in campo provi a dare sempre il massimo, avere più gente allo stadio non può essere un peso ma una spinta in più. Credo che per un calciatore possa essere solo un piacere avere questo tipo di cornice in più, probabilmente diventa uno stimolo anche per gli avversari. Vorremmo soddisfare i tifosi, cerchiamo di farlo sia in casa che in trasferta, lì dove spesso sembra di giocare in casa. Non sento responsabilità in più, sento la stessa responsabilità che percepivo all’inizio della scorsa stagione. E’ bellissimo sentire il calore e l’affetto della gente”.

ATTACCO – “Non si possono modificare una mentalità o un’idea di gioco in base all’attaccante che fai giocare. Abbiamo attaccanti con caratteristiche diverse, la cosa importante è cercare di tenerli sempre motivati e sulla corda perché loro vivono più di altri di umoralità. Siamo alla decima giornata, c’è tutto il campionato davanti, tutti potranno dare il loro contributo”.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia del Bari: deciso il miglior portiere di sempre!

Ultimo commento: "Mannini volevo dire terza opzione"

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News