Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Bari, Mignani: “Nella ripresa abbiamo messo in difficoltà in Parma, è mancato un pizzico di fortuna”

Il tecnico biancorosso nel dopo-match di Coppa Italia ai microfoni di RadioBari

Michele Mignani, tecnico del Bari, commenta così la sconfitta rimediata dalla sua squadra contro il Parma ai microfoni di RadioBari: 

LA PARTITA – “Nel secondo tempo abbiamo messo in difficoltà il Parma e abbiamo creato i presupposti per pareggiare la partita e portarla avanti, nel primo tempo invece siamo stati un po’ troppo timidi e timorosi aspettando un po’ troppo basso. Non riuscivamo quasi mai a metterci nelle condizioni di far giocare gli avversari di spalla, loro hanno messo tante palle dentro e da una di queste è nato il gol con un nostro giocatore a terra. Poi da lì loro sono stati bravi nel non subire gol”.

ZUZEK E SCHIEDLER – “Credo che Zuzek abbia fatto un’ottima partita sia a livello fisico che a livello tattico: ha lavorato bene con la linea, ha vinto duelli e ha mosso bene palla. Quanto a Schiedler, invece, la sua partita è stata più difficile, soprattutto nel primo tempo c’era da correre dietro gli altri più che da gestire la palla. Il ragazzo sta crescendo, ha fisicità, se si alza la palla lui c’è e va a duellare. Certo, poteva tenere qualche pallone in più, ma la partita non era facile per lui”.

FIDUCIA E CORAGGIO – “Io sono fiducioso, devo riuscire a trasmettere coraggio alla squadra. Lo abbiamo avuto per tante partite, oggi probabilmente avevamo in campo tanti calciatori che non giocavano da parecchio e hanno avuto bisogno di più tempo per entrare in partita. Ci vuole carattere, ci vuole entusiasmo, ci vuole capire che quando affronti un avversario forte devi moltiplicare le forze, ci vuole anche un pizzico di fortuna: se concretizzi le occasioni create, magari la partita va diversamente”.

LA POSIZIONE DI SALCEDO – “La richiesta era quella di lavorare dove trovava spazio, nel primo tempo dentro al campo c’era poco spazio e andava a cercarlo in ampiezza; quando lo ha trovato ha messo sulla testa di Schiedler una palla gol. La richiesta non è mai quella di occupare una posizione, ma quella di capire in che posizione gli avversari possono concederti spazi. Poi lui ha caratteristiche diverse da quelle di Cheddira; vuole palla tra i piedi, ma deve imparare a fare anche l’altro lavoro perché la porta degli altri non è sempre vicina a dove ricevi la palla”.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia del Bari: deciso il miglior portiere di sempre!

Ultimo commento: "Jean Francois Gillet ha prevalso su Franco Mancini ed Alberto Fontana, io ci aggiungerei pure Venturelli e Pellicano' 👏👏👏👏👏"

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News