Resta in contatto

News

Bari, Mignani: “Sfida stimolante, Cagliari tra le più forti del campionato”

Il tecnico biancorosso presenta la trasferta di Cagliari in conferenza stampa

Michele Mignani, allenatore del Bari, parla in conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Cagliari. Queste le sue dichiarazioni:

LA PARTITA – “E’ una sfida per noi stimolante, andiamo a giocare in uno stadio bello e importante che fino all’anno scorso faceva la A, al cospetto di una società che rappresenta un’intera regione e contro una squadra che secondo me una delle più forti, se non proprio la più forte. Dovremo fare una grande partita”.

COMPLIMENTI – “I complimenti vanno girati alla squadra, ma a noi interessa soltanto fare punti. Dobbiamo cercare di continuare sotto questo filo conduttore, figlio dell’atteggiamento portato in campo durante gli allenamenti e la domenica”.

VECCHI E NUOVI – “Sono stracontento di quelli che sono arrivati, sono stracontento dell’atteggiamento che hanno. Avere mantenuto tanti dello scorso anno ci ha agevolato nel lavoro: non è mai facile ricominciare da capo, invece i vecchi mi stanno aiutando con i nuovi. Alcuni di questi ultimi sono già entrati in sintonia con la squadra, probabilmente chi è arrivato da più lontano ha bisogno di qualche giorno in più. Il calcio italiano è diverso da quello straniero”.

SERIE B E SERIE C – “Questo è un campionato diverso sotto tanti aspetti dalla C che invece è un campionato dove regna l’aggressività e dove alle volte puoi trovare campi che ti mettono in difficoltà. In B tutti giocano a viso aperto e tutti ti lasciano giocare di più. C’è più qualità a livello individuale e collettivo. Questo non significa che siamo più adatti alla B che alla C”.

MAITA – “Ha fatto un percorso di guarigione per il problema avuto, un problema non grave ma che gli creava impedimenti. Si è sempre allenato a livello individuale, negli ultimi due giorni ha lavorato con il gruppo. Sarà disponibile per la partita di Cagliari”.

CAGLIARI – “Credo che il Cagliari sia una delle squadre più omogenee in tutti i reparti del campionato: hanno giocatori esperti, hanno giovani con campionati di A alle spalle, hanno nazionali. Conosco Cagliari avendo allenato l’Olbia, la piazza è ambiziosa ed è ambiziosa la società. Dobbiamo stare attenti a tutto quello che metteranno in campo”.

SALCEDO – “Salcedo ha giocato due partite negli ultimi minuti in momenti in cui c’erano spazi, è un giocatore completo perché ha qualità nello stretto e a campo aperto. Può fare la punta centrale, la seconda punta, la punta esterna e anche il trequartista. Sono contento che sia arrivato, mi dispiace solo per il fastidio che ha avuto in settimana”.

BALLOTTAGGI – “Ballottaggi ci sono tutte le settimane in quasi tutti i ruoli, tutti devono sapere che nessuno ha la certezza di giocare. Siamo tutti sulla stessa barca, lavoriamo tutti per il Bari”.

ANTENUCCI E I RIGORI – “I rigori si sbagliano, li sbagliano in tutti i campionati. Antenucci non mi sembra u giocatore alle prime armi, ne ha calciati tanti in carriera e a volte li ha segnati e altre li ha sbagliati. Se sentirà di calciarli e sarà in campo, probabilmente avrà lui l’onere di farlo, altrimenti ce ne saranno altri pronti a calciarli”.

CETER – “Ceter lo vedo in crescita, è motivato per la partita e si sta allenando bene. Ha solo bisogno di dare continuità agli allenamenti, per il resto è un giocatore che darà il suo contributo”.

GALANO E GIGLIOTTI – “Tutti quelli che sono rimasti a Bari fanno parte del progetto e dei nostri pensieri, ma poi c’è un dato numerico che parte dagli 11 in campo e dalla possibilità di avere 23 giocatori da portare in partita. Per forza di cose qualcuno deve rimanere fuori. Devo fare delle scelte, le faccio in funzione di quello che vedo. Si parla di giocatori che sono grandi professionisti e uomini di valore, giocatori che hanno dimostrato di essere affidabili in questa categoria”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News