Resta in contatto

News

Bari, Folorunsho: “Non abbiamo fatto ancora niente, pensiamo solo a dare il massimo”

Il centrocampista biancorosso si racconta ai microfoni di TeleBari

Michael Folorunsho, centrocampista del Bari, parla ai microfoni di TeleBari. Queste le sue dichiarazioni:

LA PRIMA AVVENTURA IN BIANCOROSSO – “Quella fu un’annata particolare a causa di un infortunio ad inizio anno. Non sono mai riuscito a riprendermi. Nonostante tutto mi è servito molto a livello caratteriale perché mi ha fatto maturare tanto. Poi in Serie B sono cresciuto molto professionalmente e la mia voglia di migliorare continua”.
L’INIZIO DI STAGIONE –  “Ancora non abbiamo fatto niente, dobbiamo continuare a tenere alte le aspettative. Non vediamo l’ora di andare a Cosenza per fare del nostro meglio”.
LA SUA POSIZIONE IN CAMPO – “Negli ultimi anni ho fatto diversi ruoli. Alla fine non importa dove gioco o quanti gol ho fatto, l’importante è che la squadra riesca ad esprimersi al meglio e a portare a casa i risultati. Così tutti i calciatori riescono ad esprimersi al meglio nel contesto squadra”.
MARGINI DI MIGLIORAMENTO – “Col mister ci confrontiamo spesso e so che devo migliorare in fase di non possesso. Era da tanto che non giocavo da mezzala, devo riabituarmi al meglio”.
IL TIFO – “Si sente benissimo. Devo dire che col Palermo ero rimasto sbalordito dal calore del pubblico, non lo ricordavo così bello il San Nicola”.
SPAL – “Nel primo tempo avevamo fatto la partita che avevamo preparato, passando in vantaggio e controllando la partita. Poi nel secondo tempo c’è stata la reazione degli avversari. Dobbiamo migliorare, ma sono contento del lavoro di squadra. Ce la siamo giocata sempre a viso aperto. Non abbassiamo la testa e continuiamo a dare il massimo”.
OBIETTIVI – “Siamo una squadra completa con calciatori tutti diversi. Dobbiamo pensare solo a dare il massimo e non dove possiamo arrivare, possiamo levarci tante soddisfazioni. La Serie B è tanto dura perché basta avere un piccolo calo d’intensità che gli avversari ti fanno gol”.
SCHEIDLER – “Oggi ha fatto il primo allenamento con noi, sembra davvero un bravo ragazzo. Non parla ancora italiano ma imparerà”.
CHEDDIRA – “È un bravissimo ragazzo con tanta voglia di arrivare. Sto bene con lui e con tutto lo spogliatoio. C’è tutta gente che ha voglia di lavorare e migliorare. Poi ci sono Antenucci e Di Cesare che sono i più vecchi ma corrono più dei ragazzini”.
REGGINA IN VETTA – “Me l’aspettavo che potessero partire forte guardando alla loro campagna acquisti. Auguro loro il meglio”.
1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News