Resta in contatto

News

Bari, Cheddira: “Che emozione il San Nicola pieno. D’Errico il più divertente tra i compagni”

L’attaccante biancorosso si racconta ai microfoni di RadioBari

Walid Cheddira si racconta ai microfoni di RadioBari. Tra un presente fatto di Bari e un passato da patito di calcio: “A trasmettermi la passione per il calcio è stato mio padre. Una passione iniziata guardando le partite in televisione e proseguita ai tempi della scuola calcio a 6 anni; ho sempre giocato a calcio, non ho mai provato altri sport. In famiglia siamo sempre stati tifosi dell’Inter, anche oggi continuiamo ad esserlo”.

Poi, un’aggiunta sul suo ambientamento nel capoluogo pugliese: “Sono a Bari con la mia fidanzata, ci stiamo trovando molto bene. Stiamo uscendo, abbiamo visto il centro e tutte le zone principali. Fa piacere quando qualcuno mi ferma in mezzo alla strada”.

E ancora, sui più di 20.000 tifosi per Bari-Foggia “E’ stato veramente emozionante, una sensazione bellissima, soprattutto dopo quasi due anni di vuoto negli stadi. Vedere la curva piena e la gente sostenerci è stato veramente bellissimo, ci ha aiutato tanto”. 

A chiudere, sulle sue caratteristiche e sullo spogliatoio: “Sono sempre stato attaccante, ho provato tutti i ruoli offensivi. Mi trovo molto bene, il modo di giocare del mister sfrutta in pieno le mie caratteristiche. Nello spogliatoio sono un tipo abbastanza tranquillo, anche se quando c’è da fare una risata la faccio. Il più divertente tra i compagni? Tra gli altri, dico D’Errico: gli piace tanto fare qualche scherzetto”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "hai ragione ma è una classifica impossibile da fare ,troppi giocatori forti lasciati fuori . Se ci limitiamo agli ultimi 30 anni potrei essere..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "io ero in curva quando Maiellaro ci deliziava, la sua sfortuna è stata che in Nazionale ci stava prima Giannini e poi Baggio e Vicini due fantasisti..."

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altro da News