Resta in contatto

News

Polito: “Bari, voglio riportarti dove meriti. So prendermi le mie responsabilità”

Il nuovo diesse: “Grazie a De Laurentiis per avermi scelto. Non ci sono anni di transizione, qui si vince e basta”

“Ringrazio il presidente Luigi De Laurentiis per avermi scelto in questo ruolo”. Ciro Polito si presenta in conferenza stampa: “So bene quello a cui andiamo incontro, so che il popolo biancorosso è deluso, ma questo non spaventa né me, né il presidente, che ha una carica esagerata, è un passionale. Sono abituato a prendermi responsabilità, cercando di portare al Bari quello che è mancato. Spero di riportare il Bari dove merita”.

Chi è
“Sono un direttore sportivo che vive di calcio, che sa prendersi delle responsabilità. Posso solo lavorare, cercare di dare quello che è stato perso, insieme al presidente e a tutti quelli che ci lavoreranno attorno. Vogliamo creare un Bari con senso di appartenenza e voglia di lottare per questa maglia così gloriosa”.

La rosa
“Se un calciatore non è proiettato o non sposa la causa, si fa da parte, l’ho detto in passato e lo penso. Ma è chiaro che ci sono dei contratti da rispettare e cercheremo in tutti i modi di far rispettare la cosa o di far rientrare la cosa. Io sono un direttore giovane, che ho fatto tanto per conquistare delle categorie, ho fatto un passo indietro in C, so che è una sfida ardua ma sono pronto a lottare contro tutto e tutti, anche contro i calciatori se non rispettano le regole o le direttive”.

Costruire
“Il Bari ha già una base importante. Da lì bisognerà costruire un Bari vincente, non abbiamo un anno di transizione davanti, Bari non può stare in C. Bisogna vincere”.

Allenatore
“Nella mia testa c’è già un candidato. I nomi che escono sono frutto del mercato, spero nel stretto giro di dare anche un’ufficialità”.

La piazza
“In una piazza così bisogna avere gli attributi per starci. Cercheremo di scegliere calciatori che possono stare in questa realtà e quelli che ci sono li sproneremo. Io non ho i social, non li leggo neppure, ma bisognerebbe usarli poco e niente: chi li ha deve accettare la critiche”.

 

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Un altro campione con le parole…… A BAAR SERVN L FATT… ti do un piccolo consiglio, la devi amare con il cuore e con la testa

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Vabbè che devi ricomprarti la macchina, ma almeno una camicia a maniche corte…?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Stai partendo già male.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Parole, parole, parole…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Vogliamo andare in B

Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Signori se potevo mettere una foto io come capoletto non ce la Madonna ma la CURVA NORD u.c.n.x sempre"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altro da News