Resta in contatto

Approfondimenti

Il Bari tra le ‘mani’ di Polito: a lui il compito di spezzare la maledizione ds

L’ex Ascoli avrà il difficile compito di brillare lì dove prima Scala e poi soprattutto Romairone hanno fallito: serviranno idee, competenza e unione di intenti

Il Bari tra le ‘mani’ di Ciro Polito. Titolo migliore di questo, considerando il passato da portiere neanche troppo lontano nel tempo del soggetto in questione, è complicato trovarlo. A lui il presidente De Laurentiis, dopo settimane di intensi casting, ha ufficialmente scelto di affidare il progetto sportivo del club biancorosso; a lui, liberatosi dall’Ascoli dopo una lunga querelle con il patron Pulcinelli, il compito di costruire una squadra all’altezza delle tante aspettative del popolo barese.

Non per forza grandi nomi, non per forza interpreti dal curriculum pesante. Basterà trovare gente che rifletta sul terreno di gioco quelle che sono le sue peculiarità caratteriali: sanguigna, diretta, vogliosa di arrivare e attaccata alla maglia per cui lavora. Caratteristiche che non potranno mai essere rintracciate con semplici contratti faraonici per la categoria, caratteristiche reperibili soltanto mettendo in campo idee e competenze, elementi spesso mancati nelle precedenti gestioni sportive. Polito dovrà riuscire lì dove prima Scala (adattato, in realtà, in quel ruolo) e poi soprattutto Romairone hanno fallito.

Inevitabile che la scelta più importante, la prima da compiere in ordine cronologico, sia quella relativa al nuovo allenatore. Parecchi i nomi in ballo, non tantissimo il tempo a disposizione per una decisione definitiva. Fondamentale non sbagliare come accaduto in passato, fondamentale ricercare prima di ogni altra cosa unione di intenti tra le parti. Di squadre costruite per giocare in un certo modo e poi di fatto affidate a guide tecniche abituate a vedere il calcio in maniera opposta se ne sono viste tante – troppe – di recente da queste parti.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Vito
Vito
4 giorni fa

Siamo rovinati, dalla padella alla brace, questo stava facendo retrocedere l’ascoli

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

10 anni di lega pro non c’è lì toglie NESSUNO!!!!!!!!!!!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

DS devi cacciare tutti I mercenari compreso Antenucci ecc ecc ecc. Senza Anima.

Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Signori se potevo mettere una foto io come capoletto non ce la Madonna ma la CURVA NORD u.c.n.x sempre"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Approfondimenti