Resta in contatto

News

Bari, l’ira dei tifosi: “Abbiamo dato tempo e fiducia, ora vogliamo chiarezza”

Parole dure della tifoseria organizzata biancorossa che chiede chiarezza nei ruoli della società biancorossa ma soprattutto riguardo gli obiettivi sportivi

La sconfitta di Teramo ha lasciato strascichi pesanti, anche tra i tifosi, delusi da un campionato non al vertice e che, di questo passo, vedrà il Bari di nuovo in lotta per i playoff. Vista l’impossibilità di creare assembramenti e di potersi incontrare direttamente con i calciatori la tifoseria organizzata del Bari ha lanciato un messaggio sui propri canali social: “Abbiamo sempre rispettato le scelte societarie, talvolta con molte riserve, forti delle numerose dichiarazioni di intenti da parte del Presidente Luigi De Laurentiis – supportate dal Sindaco Antonio Decaro – in merito alle finalità e agli obiettivi della SSC Bari. Da uomini di parola, non avvezzi agli isterismi e alle opinioni che cambiano a seconda del risultato, abbiamo concesso tempo e pazienza a questa società”.

Ma a causa del mercato non chiarissimo, di cessioni non necessarie e di ricambi non ancora all’altezza i tifosi chiedono al direttore sportivo e al presidente di “fare chiarezza su strategie, obiettivi e ruoli societari, evitando dichiarazioni da venditore di batterie da cucina, che tra l’altro hanno scarso appeal su una piazza che mastica calcio come la nostra. Nonostante ciò, abbiamo apprezzato le parole di LDL dopo la sconfitta odierna, sebbene siano arrivate dopo tante altre prestazioni scialbe, dove la società ha preferito nascondersi, mandando davanti ai microfoni – allo scopo di fungere da “parafulmine” – gente che, pur non essendo esente da colpe, è stata costretta a giocare un intero girone senza calciatori di spessore sulle fasce laterali e con pochi cambi all’altezza”.

I tifosi, dunque, chiedono solo che si lotti davvero per la Serie B: “Il campionato è lungo, la sessione di mercato è ancora aperta e nulla è perduto. Pertanto, siamo certi che fin da subito, queste nostre parole fungeranno da monito al fine del raggiungimento di quella Serie B che, per noi baresi, rappresenta il minimo sindacale e per la famiglia De Laurentiis un target da raggiungere assolutamente entro quest’anno, così come dichiarato pubblicamente il primo novembre del 2018″.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Federico
Federico
3 mesi fa

6 punti nelle ultime 5 partite, il potenza nelle ultime 5 ne ha fatti più di noi ho detto tutto, la società esiste o il bari è un giocattolo per girare qualche giocatore in prestito dal napoli????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

La chiarezza iniziamo con il far rimanere a casa Auteri.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Squadra e mister mediocri
Senza sang

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Condivido via Auteri

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Auteri viiiaaaaa

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Chiarezza? Provo a riassumere in poche righe; MERCHANDISING, FUMO NEGLI OCCHI E MULTIPROPRIETÀ! U REST FUFFA! Amo solo la MAGLIA⚪🔴

Advertisement

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News