Resta in contatto

News

Bari, Palomba fa luce sull’addio di Montalto: “Non siamo stati noi a chiedere di andare via”

Intervenuto sulle frequenze di Passione Bari – Radio Selene, Gerry Palomba, il procuratore di Adriano Montalto, recentemente passato dal Bari alla Reggina a titolo definitivo, ha chiarito alcuni aspetti della trattativa che ha portato il suo assistito in Calabria: “Tirando le somme, sono i numeri che parlano: 424 minuti giocati e 4 gol fatti, divisi in 12 presenze di cui solo 3 da titolare. Credo che per lo spazio che Adriano ha avuto, ha mostrato una certa abnegazione e serietà. Era il motivo per cui Adriano aveva scelto Bari davanti a tutti. Ripeto che il calciatore era rammaricato nell’andare via da Bari, lo ha detto senza peli sulla lingua anche presentandosi a Reggio Calabria. Mi rifaccio al mondo cinematografico, con un film che vedevo spesso all’università e racconta di sette verità, di cui però alla fine c’è quella oggettiva”.

Palomba continua: “L’addio di Montalto mi ricorda tanto ‘Via col vento’, l’ultimo giorno è stato molto travagliato per lui. Aveva scelto Bari col cuore, poi purtroppo le cose prendono delle pieghe particolari ed è finita come è andata a finire. Ci sono state divese situazioni che hanno portato il Bari a optare per l’uscita di Montalto. Il fatto che la Reggina lo comprasse a titolo definitivo ha sbloccato la trattativa”.

Non vi sarebbero motivazioni tecnico-tattiche alla base dell’addio: “Vi posso tranquillamente dire che non ci sono questioni tecniche, l’allenatore ha spesso sottolineato che non c’erano questioni tecniche quindi le questioni sono di altro tipo. Io non ho nulla contro la società del Bari, ho piacere a lavorare con loro ma preciso che non siamo stati noi a chiedere di andare via. Alla fine si è deciso di comune accordo di optare per la Reggina. Mi auguro di ritrovare il Bari in B in un B Bari-Reggina e a Cianci di fare tanti gol per il Bari”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News