La Bari Calcio
Sito appartenente al Network

Bari-Turris, Auteri alla vigilia: “Abbiamo armi per recuperare. Mercato? Serve poco per migliorare”

Il tecnico dei biancorossi è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita con i corallini

Tutto pronto per la ripresa del campionato di Serie C dopo la fine della sosta natalizia: il Bari riprenderà il proprio percorso in casa dove ospiterà la Turris nella partita valevole per la 17ª giornata. La partita del San Nicola contro i corallini è stata introdotta nella consueta conferenza stampa della vigilia dal tecnico biancorosso Gaetano Auteri.

Sulle insidie della gara con la Turris: “Dovremo prestare attenzione a tutti. Dobbiamo recuperare, non abbiamo margine d’errore. Bisogna stare attenti alla Turris e alle altre squadre, ognuno ha le sue qualità, anche noi le nostre. Nel calcio entrano in gioco tante componenti oltre all’aspetto tecnico. Loro si sanno chiudere e ripartire, sono pericolosi fuori casa, lo abbiamo analizzato. Le nostre motivazioni sono importanti, in questi giorni abbiamo affrontato discorsi con i ragazzi. Stiamo bene, non vogliamo snobbare nessuno. Se semineremo bene faremo risultato”.

Il Bari può crescere ancora: “Ora abbiamo continuità di lavoro, dobbiamo essere più martellanti ma ciò non vuol dire che finora siamo stati superficiali. Ora non c’è più tempo per errori di atteggiamento, mentalità. Fisicamente stiamo tutti bene. Si ricomincia con l’obiettivo di sempre, abbiamo armi e qualità per recuperare. Loro (la Ternana ndr) possono permettersi qualche errore, noi no, ma può diventare un punto di forza.  Nei giorni in cui siamo rimasti fermi i ragazzi hanno seguito programma specifico. Si riprende con la voglia di calarsi nella gara”.

Sulla rivalità con la Turris risalente alla stagione tra i dilettanti: “Non credo esista chissà quale rivalità tra Bari e Turris, il passato conta poco nella gara di domani. Loro hanno una struttura di giocatori molto pronti e adatti per la categoria, ci sono giocatori importanti e fuori casa sono particolarmente pericolosi”.

Auteri ha fatto il punto sulle condizioni di alcuni singoli, annunciando due defezioni importanti: “Andreoni? La sosta per lui è stata importante, è un giocatore disponibile. Vedremo come si evolverà la situazione ma al momento è recuperato. Minelli ha ripreso a lavorare da una settimana, Citro è guarito dal suo problema ma è indietro rispetto agli altri. Complessivamente però stiamo bene. Gli indisponibili sono Celiento e Maita, ma all’interno dell’organico ci sono le opzioni per mettere in campo una squadra competitiva”.

Sulle partite in cui il Bari non ha convinto nell’approccio: “A volte abbiamo commesso errori di questo tipo. Poi le partite si sono svolte diversamente ma non giochiamo da soli. A volte gli avversari ti costringono a difenderti, sono aggressivi. Le valutazioni si fanno complessivamente nell’arco della partita. Per il nostro percorso qualche punto è stato lasciato per strada, anche immeritatamente. Non abbiamo rubato nulla a nessuno, ci sono state sempre le prestazioni, contro Palermo e Vibonese abbiamo raccolto meno ma nel calcio queste cose si compensano. Le classifiche non mentono a fine stagione. Abbiamo qualche credito ma serve a poco rimarcarlo. Per vincere ci vogliono le prestazioni”.

Il passato di Auteri racconta che le sue squadre da gennaio in poi cambiano marcia: “I dati statistici dicono questo ma fa parte di un processo di crescita, siamo forti strutturalmente come squadra, sono sicuro che lo faremo. Giocheremo per obiettivi importanti, non vogliamo mantenere questa posizione ma migliorarla tappa dopo tappa”.

Argomento inevitabile è il calciomercato anche se Auteri non si è sbottonato e anzi, si è detto contento della rosa a disposizione: “Sono molto felice di allenare questo gruppo, ogni elemento ha il mio gradimento ed è nel progetto societario. Se ci sarà qualcuno che chiede spazio sarà una scelta autonoma, abbiamo bisogno di pochissimo, siamo forti e possiamo migliorare di molto media punti e prestazioni ma le parole vanno dimostrate sul campo. Difficilmente troveremo giocatori migliori di quelli che abbiamo. Questa è una squadra forte che non ha bisogno di grandi cose, dobbiamo essere tutti sullo stesso livello di condizione fisica. Qui conta solo il Bari, l’unico interesse comune, lavoreremo al massimo per la maglia, per il progetto della società. Noi siamo interpreti. Per esperienza, quando si prendono giocatori da altre squadre vanno messi a posto fisicamente, ci sono partite, tanti turni infrasettimanali. In due mesi si faranno 12 partite, poi riposeremo, fino a tre giornate avremo una gara in meno. Non abbiamo alternative rispetto alla vittoria”.

Il mister biancorosso ha parlato anche della possibilità di cambiare qualcosa a livello tattico senza Maita: “Cambiamo spesso atteggiamento tattico anche a gara in corsa, partiamo in un modo poi variamo a seconda della partita ma il filo conduttore è sempre lo stesso. Devo mettere chi è più pronto, prima della gara non faccio nomi, ciò che conta è il Bari non chi viene scelto”.

Infine Auteri ha parlato di quello che è il suo augurio per l’anno appena iniziato: “Abbiamo in mente un solo obiettivo, sarei l’uomo più felice al mondo se realizzassimo il progetto della società, coinvolgerebbe la comunità calcistica straordinaria. Dovremo avere determinazione e ferocia”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I biancorossi proseguono nella loro marcia di avvicinamento al prossimo appuntamento di campionato...
Le designazioni arbitrali della ventottesima giornata del campionato cadetto...
Il difensore salterà la gara casalinga contro lo Spezia...

Dal Network

“Fare punti è fondamentale per la nostra crescita. Derby? Le motivazioni verranno da sole"...
La squadra di Vivarini ha saputo soffrire ed è riuscita a trovare una clean sheet...
Il centrocampista ha smaltito i problemi influenzali. Disponibile anche Brighenti, che rientra dal turno di...
La Bari Calcio