Resta in contatto

Approfondimenti

Il personaggio della settimana: Alessio Sabbione

Il difensore biancorosso non sta riuscendo a ripetersi in questa stagione dopo le buone prestazioni dell’anno scorso a causa di qualche errore di troppo

L’anno scorso ha collezionato il mini record di presenze stagionali nel Bari, vestendo la maglia biancorossa in tutte e trenta le gare dello scorso campionato. Quest’anno, invece, Alessio Sabbione, su 14 gare è stato schierato in campo dieci volte. Di queste, in un’occasione è rimasto fuori a causa di una squalifica, cosa che bisserà domenica 20 dicembre quando al San Nicola arriverà l’Avellino. Contro la Vibonese, infatti, Sabbione ha rimediato la sua seconda squalifica stagionale, anche questa per somma di ammonizioni. L’indice di una non piena serenità e sicurezza che lo porta a giocare in maniera più dura e nervosa.

Anche nella scorsa stagione Sabbione non era stato impeccabile a causa di qualche amnesia amnesia di troppo ma, comunque, aveva dimostrato di essere il più completo tra i difensori biancorossi per adattamento tattico e impegno, seppur con qualche eccesso di foga. Ma nella stagione in corso Sabbione sta creando qualche grattacapo di troppo a Gaetano Auteri e la situazione tra infortunati e convalescenti penalizza l’allenatore siciliano che non può permettersi di far rifiatare il difensore ligure e dargli qualche giornata per permettergli di riprendere le energie fisiche e mentali.

Sì perché è evidente la sua mancanza di completa lucidità al momento. Il fallo da rigore nel derby contro il Foggia e le due espulsioni rimediate in stagione, nonostante le altre buone partite giocate su livelli eccellenti di attenzione e carisma, sono macchie pesanti da ripulire. Una è costata tre punti e le ire dei tifosi (che al di là della classifica sono rimasti seccati dalla sconfitta nel derby) e le due squalifiche sono arrivate per falli dettati da nervosismo e stanchezza nel finale di gara quando si butta giù l’avversario perché si intuisce che ti supererà. E in due gare che, non è un caso, sono terminate 0-0 (contro il Monopoli e contro la Vibonese) con grandissima difficoltà nello sbloccarle.

Sabbione resta uno degli elementi importanti della rosa di Gaetano Auteri ma sicuramente nel mercato di gennaio servirà trovare un’alternativa valida in quel ruolo per dare la possibilità al giocatore di ritrovare la serenità che gli è propria e soprattutto per consolidare un reparto che, anche a causa del Covid, sta scavando in fondo alle proprie energie e risorse.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Signori se potevo mettere una foto io come capoletto non ce la Madonna ma la CURVA NORD u.c.n.x sempre"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Approfondimenti