La Bari Calcio
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Bari, Zavettieri: “L’unione d’intenti è fondamentale per vincere i campionati”

L’ex tecnico dei biancorossi nella “meravigliosa stagione fallimentare” analizza il momento della squadra

Fu allenatore del Bari insieme a Roberto Alberti Mazzaferro nella celebre “meravigliosa stagione fallimentare”, ora è svincolato dopo la fine dell’esperienza con i lettoni dello Spartak Jurmala, e quindi ha il tempo di seguire con attenzione le gesta della sua ex squadra. Parliamo di Nunzio Zavettieri, intervenuto ai microfoni di Passione Bari – Radio Selene per commentare le vicende dei biancorossi che hanno rialzato la testa con la Juve Stabia dopo una brutta prestazione a Foggia: “L’unione di intenti importante per una squadra, come è fondamentale ragionare tutti allo stesso modo. Questo tipo di motivazioni aiuta a gestire momenti di difficoltà, che diventano fondamentali per vincere i campionati” ha affermato, probabilmente anche in virtù di quell’esperienza difficile a Bari che per poco non culminò con la promozione.

Sul campionato di Serie C in corso, che vede il Bari alle spalle delle Ternana, il parere del tecnico è che sia ancora presto per i verdetti: “Non guarderei la classifica, penserei a vedere i miglioramenti della squadra. Non dobbiamo dimenticare che questo gruppo è nuovo ed è cambiata la guida tecnica. Solo con la continuità, verranno fuori i valori: ci vorrà del tempo. Credo ci siano tutti i presupposti per mettere una formazione che determini gioco e risultati. La Serie C è un campionato tosto. A Potenza sarà partita più bloccata”.

Secondo la sua esperienza, per vedere il Bari di Auteri, è necessario ancora un periodo di assestamento: “Ci vorrà un po’ di tempo per vedere squadra con identità marcata. I campionati si vincono anche con partite sporche, l’importante è che il Bari continui, considerando il potenziale che ha sicuramente sarà campionato in cui potrà essere protagonista. Chi è l’uomo in più? Antenucci è il giocatore che determina di più in questa squadra, oltre quello che può dare c’è anche la pressione che può mettere agli avversari. Poi ci sono giocatori come Montalto e Simeri, più altri attaccanti esterni, i biancorossi possono persino sopperire all’assenza di Antenucci”.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Gino Piletti
Gino Piletti
3 anni fa

Mah Zavettiero parla ma non ha mai vinto campionati. Di che parla, boh…

Franco Armenise
Franco Armenise
3 anni fa
Reply to  Gino Piletti

Ma perché è un allenatore?

Gino Piletti
Gino Piletti
3 anni fa

Hahahahahaha non lo so. Faceva il collaboratore di Alberti. Credo. Quindi pensa te hahahaha

Articoli correlati

Secondo il Nuovo Quotidiano di Puglia, ci sarebbe il Brindisi sul calciatore Probabile nuova vita...

Lombardi corsari allo ‘Zaccheria’ grazie alle reti di Pinzauti e Lepore, di Leo il gol...

Dal Network

Aquilani
Il tecnico del Pisa Alberto Aquilani analizza il pareggio per 1-1 tra Bari e ...
Dopo un ottimo primo tempo, i nerazzurri rischiano più volte nella ripresa...
Il possibile undici dei nerazzurri in vista della sfida del San Nicola. Rientri importanti in...

Articoli correlati

La Bari Calcio