Resta in contatto

News

Il Bari ed i suoi tifosi: nasce un patto di ferro per la B?

IMG-20201031-WA0044.jpg

Una delegazione di sostenitori dei gruppi organizzati ha incontrato la squadra al termine dell’allenamento: fiducia rinnovata, ma a patto di cancellare prove come quelle di Foggia.

La ferita è ancora aperta. E brucia. La pandemia può cancellare tante cose, ma non l’amore dei baresi verso la squadra biancorossa. Non ci possono essere contatti, ma qualcosa dopo la pessima figura nel derby di Foggia (peraltro anticipato da uno striscione che rimarcava quanto il match fosse importante per la piazza) andava fatta. Così, una sparuta delegazione di supporter appartenenti ai gruppi organizzati hanno incontrato la squadra di Auteri al termine dell’allenamento del martedì. Mascherine al viso, distanziamento rispettato. Un dialogo brevissimo, ma necessario.

Perchè il tifo barese ha rimarcato la volontà di seguire e sostenere la squadra, sebbene il momento non lo consenta “in presenza”. Il sostegno, però, dovrà anche essere meritato: figure come quelle rimediate nel derby di domenica scorsa dovranno essere evitate in futuro. La promozione in serie B non dovrà essere fallita: se da un lato il tifo non farà mancare il suo apporto, dall’altro Di Cesare e compagni dovranno dare tutto pur di centrare il traguardo promozione senza passare dai playoff. Nessuna minaccia, ma un sano sprone, quindi. Forse era ciò che ci voleva. Magari da questo confronto nascerà un patto di ferro tra squadra e città. Che insieme devono uscire da una dimensione davvero troppo stretta.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Solo il Bari poteva fare resuscitare i morti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Cerchiamo di cancellare questi post ma sopeattutto questo striscione.. la prox volta per rafforzare mettete 4 B

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Questa signora squadra di Bidoni eccellenti,secondo me può restare almeno altri 3 anni in C.La cosa a cui va dato merito è chi ha messo su sta’ accozzaglia può darsi che si stia già leccando i baffi x l’affare fatto.Presidente occhi aperti,perché che fra il calcio e la politica si fa fatica a distinguere dove e chi magna di più

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Resto totalmente scettico….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Ho fiducia in questa squadra e in questo allenatore.
Vedrete. Alla 34/35a giornata ci godremo un Grande Bari! ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

svegliatevi signorine giocatori del bari più grinta e più attaccamento alla maglia è l’unica strada per vincere e ricordatevi che siete in serie C e si gioca con il sangue agli occhi!!!!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Sembra una squadra forte ma che si piace troppo, che bada più alla forma che alla sostanza , non combattiva .

Max
Max
8 mesi fa

Ma fare una foto o pubblicarla in modo che si legga lo striscione era difficile?

Antonio
Antonio
8 mesi fa
Reply to  Max

Rimanete in serie c che e meglio fate più figura e non fate spendere i soldi al presidente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

sempre le solite cose…siamo stufi!!!

Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Signori se potevo mettere una foto io come capoletto non ce la Madonna ma la CURVA NORD u.c.n.x sempre"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altro da News