Resta in contatto

Approfondimenti

Il Bari e la “lista dei 22”: la situazione aggiornata

Al momento, la rosa biancorossa è ancora in sovrannumero: serve un’attenta opera per completare un puzzle vincente entro il 5 ottobre.

Il Bari, il mercato e una lista da rispettare. La Lega Pro impone a ciascuna formazione a disporre di un massimo di 22 calciatori professionisti che possono allungarsi a 23 aggiungendo un “giovane professionista” nato dal 2001 in poi. Al momento, il club biancorosso conta 24 elementi: i portieri Frattali e Marfella, i difensori Berra, Ciofani, Sabbione, Di Cesare, Perrotta, Esposito, Minelli, Costa, Corsinelli e Andreoni, i centrocampisti Hamlili, Folorunsho, Bianco, Schiavone, Maita, Scavone, Kupisz e Terrani, gli attaccanti Antenucci, Simeri, D’Ursi e Neglia. L’esubero, quindi, è almeno di due unità. In realtà, il numero tornerebbe “regolare” se si considera che Folorunsho è ormai virtualmente passato alla Reggina, mentre Kupisz dovrebbe trasferirsi a momenti alla Salernitana che potrebbe prelevare pure Schiavone. Partenti sicuri sono pure il giovane Esposito, nonché Neglia che deve soltanto scegliere la sua destinazione tra Fermana, Juve Stabia, Ravenna, Lecco, Ravenna e Foggia. Perfezionando tali operazioni in uscita, i biancorossi si ritroverebbero con 19 effettivi. In entrata, però, il ds Giancarlo Romairone ha già pronti cinque colpi: sono già in città sia l’attaccate Leonardo Candellone (23 anni, arriva dal Torino), sia l’esterno Manuel Marras (27 anni, svincolato dal Livorno). A loro potrebbero aggiungersi il laterale mancino Tommaso D’Orazio (il 30enne libero dal Cosenza è già in parola per un triennale), nonché il difensore Daniele Celiento (26) ed il centrocampista Carlo De Risio (29), entrambi in arrivo dal Catanzaro.

Ergo, il numero tornerebbe quello di partenza: 24. Bisognerà, quindi, ancora sfoltire la rosa: a tal proposito si sta trattando il passaggio di Berra e Scavone al Pordenone, così come è probabile che esca Costa, cercato dall’Entella. Si tornerebbe, così, a quota 21, con uno slot certamente libero ed uno a disposizione dell’eventuale classe 20021. A questo punto, si innescherebbe un complesso gioco ad incastri, nel quale la coppia Romairone-Auteri dovrebbe valutare quanto manca per completare il loro progetto ed agire “tagliando” ogni giocatore ritenuto poco un funzionale al gioco del coach di Floridia, sostituendolo con chi, invece, può esaltarsi in questo disegno tattico. Facile, allora, che possa andare via Ciofani ed arrivare un difensore più adatto alla retroguardia a tre voluta dall’allenatore siciliano, così come saranno ancora valutati Corsinelli e Terrani: quest’ultimo, in particolare, potrebbe essere sacrificato per arrivare alla punta Patrick Ciurria (25), del Pordenone. Anche a centrocampo, si peserà lo status di Hamlili e Bianco, se dovesse presentarsi l’opportunità di mettere a segno un gran colpo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Meglio in panca. Ma non come allenatore che è scarsissimo"

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "Ricordo, da ragazzo, un Bari-Milan 0-0 del 1998 in cui Ganz a qualcosa come 30 cm. dalla porta tira di testa a colpo sicuro e Mancini fa una parata..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Originalissima la sua intervista dell'89, se non ricordo male alla Domenica sportiva : " faccia due nomi di grandi attaccanti della serie A con cui..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Fisicaccio"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "Danc' nu tuzz Giuan danc' nu tuzz!"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti