Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Calciomercato

Bari, da Donnarumma a… Donnarumma: gli obiettivi di mercato di Vivarini

Ancora in attesa di conoscere il proprio destino, alcuni degli obiettivi del tecnico abruzzese per costruire un Bari più forte

Sono giorni cruciali per il Bari, con l’intera piazza biancorossa che aspetta annunci da parte della società relativamente al futuro di tecnico e direttore sportivo, due figure da cui dipenderà tutta la programmazione della stagione 2020/2021. Il grande dubbio della dirigenza dei galletti riguarda principalmente la conferma di Vincenzo Vivarini, meno quella di Matteo Scala, anche se pure sul giovane ds sono in corso attente valutazioni e non si può escludere un passaggio al Napoli con altre mansioni.

Il borsino dell’allenatore, secondo le indiscrezioni in nostro possesso, pende al 55% per la conferma di Vivarini, mentre il resto delle quotazioni sono appannaggio di Gaetano Auteri. Sul prosieguo dell’avventura del tecnico di Ari, oltre alla volontà della società, avrà un peso decisivo anche la possibilità di vedere accontentate le sue richieste sul mercato: com’è ormai noto, il tecnico che ha condotto il Bari dalla sesta di campionato fino alla finale playoff, avrebbe indicato una lista di cinque rinforzi di spessore (un piano d’attacco che richiederebbe un investimento che si aggira su una cifra importante, vicina ai dieci milioni di euro).

Tra i profili ricercati dal tecnico, oltre a quello di un difensore veloce, di un regista, un centrocampista con caratteristiche diverse da quelli già in rosa e di un fantasista, c’è soprattutto quello di un altro attaccante importante con cui rinforzare la batteria offensiva che può già contare su un top player come Mirco Antenucci e un ottimo prospetto come Simone Simeri. Il sogno proibito di Vivarini si chiama Alfredo Donnarumma, attaccante di proprietà del Brescia che con tutta probabilità cambierà maglia in estate. Il classe ’90 di Torre Annunziata è un figlioccio di Vivarini che lo fece esplodere a Teramo nell’annata in cui fece coppia con Lapadula, con gli abruzzesi che arrivarono alla promozione in B, poi svanita per mano della giustizia sportiva. Donnarumma poi seguì il suo mentore anche a Empoli, contribuendo alla salita in A dei toscani, e ripetendo lo stesso copione anche con il Brescia. Una sua discesa in Serie C, dopo una stagione che seppur terminata con la retrocessione delle rondinelle, l0 ha visto segnare 7 reti e fornire 2 assist alla prima esperienza in massima serie, sembra tuttavia davvero improbabile e argomenti economici pur importantissimi potrebbero non essere sufficienti, visto anche il prepotente interesse del Monza del duo Berlusconi-Galliani, intenzionato ad affidarsi a Donnarumma per tentare la doppia promozione e raggiungere la Serie A.

Per pura coincidenza, vista l’omonimia che non nasconde però alcun grado di parentela, il Bari è interessato anche a Daniele Donnarumma, protagonista di un ottimo campionato con la casacca del Monopoli. L’esterno sinistro è seguito anche da altre squadre di Serie C e vanta persino qualche estimatore tra i cadetti. Attualmente, in base alle informazioni in nostro possesso, un suo acquisto potrebbe essere legato in particolar modo all’eventuale addio di Filippo Costa (calciatore di proprietà del Napoli, in prestito biennale ai galletti), poiché difficilmente il classe 1992 accetterebbe un trasferimento a Bari per fare la riserva dopo l’ottimo torneo disputato.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Servono un centrale, un play e un attaccante da gol. Questo in caso di infortuni è per dare respiro a Di Cesare, Maiello e Cheddira."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da Calciomercato