Resta in contatto

News

Bari, Vivarini: “Dobbiamo crescere, non possiamo accontentarci di gestire la gara”

Il tecnico biancorosso soddisfatto del risultato ma non della prestazione. Ora testa alla prossima gara per recuperare punti in classifica

“Conoscevamo le difficoltà di questa partita, contro una squadra di giocatori rapidi. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo nel quale non abbiamo concesso niente, siamo stati attenti e abbia creato tantissimo. Poi nel secondo, sul 2-0, c’è stato l’errore di voler gestire la partita, non è ciò che studiamo in settimana. Così siamo diventati blandi nel gioco, poco attenti nel lavoro di squadra. Siamo però stati bravi a portare a casa il risultato, cosa che ci interessava di più”. Queste le parole di Vincenzo Vivarini al termine della gara contro il Rieti.

Vittoria sonante quella dei biancorossi, anche se arrivata, di fatto, solo nel finale di gara. E vittoria grazie all’imprescindibile duo Simeri-Antenucci: “L’affiatamento tra i due è una cosa sulla quale ho lavorato tantissimo e altrettanto loro per la sintonia di movimenti e voglia di arrivare al gol. – spiega Vivarini – È questo che ti permette di vincere le partite. Quando sono arrivato avevo notato che Simeri aveva grandi potenzialità. È forte fisicamente, veloce, con buona tecnica ma è meno abituato a muoversi in squadra. Lui però si è messo a disposizione e ora capisce l’importanza di farlo perché arrivano “.

All’esordio in maglia biancorossa Mattia Maita, entrato dopo ventidue minuti dall’inizio del secondo tempo. Prestazione sotto tono ma comprensibile per un nuovo arrivato: “È stato un po’ bloccato – ha spiegato il tecnico biancorosso – perché qui solo da pochi giorni e quindi non voleva strafare e rimanere fedele alle indicazioni tattiche. Ma è una cosa normale e serve solo il lavoro con la squadra per sbloccarlo”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Intanto cercate di salire in serie B poi si pensa al gioco

Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Meglio in panca. Ma non come allenatore che è scarsissimo"

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "Ricordo, da ragazzo, un Bari-Milan 0-0 del 1998 in cui Ganz a qualcosa come 30 cm. dalla porta tira di testa a colpo sicuro e Mancini fa una parata..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Originalissima la sua intervista dell'89, se non ricordo male alla Domenica sportiva : " faccia due nomi di grandi attaccanti della serie A con cui..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Fisicaccio"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "Danc' nu tuzz Giuan danc' nu tuzz!"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News