Resta in contatto

News

Un bel regalo di Natale: ecco il libro sul Bari dei baresi

Massimiliano Ancona ripercorre l’epopea della squadra più amata della città analizzando gli avvenimenti, i fatti di cronaca e le tendenze di un periodo che resterà per sempre impresso nella storia biancorossa.

Per la Bari del pallone resta la favola più bella e romantica. Per tutti gli amanti del calcio è stata un’abbagliante folgorazione, persino un’ispirazione destinata a forgiare il credo di un’intera generazione. Questo e molto di più rappresenta il Bari dei baresi, la fantastica squadra che, guidata da Enrico Catuzzi (nella foto, con Giorgio De Trizio), sfiorò la promozione in serie A nel 1981-82 con un’anima nata nel capoluogo pugliese e cresciuta nel settore giovanile biancorosso. Un complesso che sbalordì l’Italia per il gioco spumeggiante, per l’organizzazione, per il modulo a zona del quale Catuzzi fu pioniere, per ritmo ed intensità inediti per i tempi. Una formazione rimasta ancora oggi nel cuore di una città che dall’iniziale diffidenza si riversò in massa allo Stadio Della Vittoria per sostenere quel gruppo terribile di ragazzi privati del sogno più grande da una manciata di punti e qualche torto arbitrale di troppo. Tale epopea è raccontata nel libro “La Bari dei baresi e altre storie…” a cura di Massimiliano Ancona, giornalista de “La Gazzetta dello Sport”, ed edito da Wip.

 

Il racconto scandisce cinque anni (1977-1982) e non si limita alle sole vicende sportive biancorosse dall’avvento della famiglia Matarrese alla guida della società, ma ripercorre l’intero contesto storico nel quale si incorniciano gli eventi. Dai fatti di cronaca sportivi (come per esempio il primo scandalo delle scommesse), locali (l’omicidio Petrone), nazionali (Moro, Impastato, P2) e mondiali (i tre Papi, la Guerra Fredda, il conflitto delle Falkland), alle tendenze culturali, alla musica e ai film che caratterizzarono quel lustro in un’Italia che nel luglio 1982 celebrò anche la vittoria del mondiale di calcio in Spagna.

 

Il libro sarà in vendita a Bari dal 16 dicembre e sarà presentato in città mercoledì 18 dicembre alle 18.00 nella Libreria Roma, in Piazza Aldo Moro, alla presenza dell’autore, nonché di Gianni Antonucci (storico del Bari, che firma la prefazione del saggio), del giornalista Pino Ricco e di alcuni protagonisti di quella squadra indimenticabile.

 

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Ricordi indelebili ❤?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

E D’Elia niente è ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Si andava a scuola.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

La prima squadra che giocava un calcio totale.. Spettacolo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Come potrei dimenticare le domeniche vissute a veder giocare quei ragazzi fantastici

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Ancora oggi maledico Agnolin e quel gol annullato ma validissimo! Catuzzi per sempre

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Una squadra fatti di ragazzi “baresi” che hanno dato onore alla maglia che che indossavano e per la quale hanno dato l’anima e guidati da un maestro del calcio, che ci ha fatto divertire ed appassionare. Chapeau a tutti?????????⚽⚽⚽

Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Sandro Mannini sicuramente....al posto di Ingesson certamente Gerson...si perde in impostazione ma si guadagna in solidità difensiva...allenatore..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "Ricordo, da ragazzo, un Bari-Milan 0-0 del 1998 in cui Ganz a qualcosa come 30 cm. dalla porta tira di testa a colpo sicuro e Mancini fa una parata..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Originalissima la sua intervista dell'89, se non ricordo male alla Domenica sportiva : " faccia due nomi di grandi attaccanti della serie A con cui..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Fisicaccio"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "Danc' nu tuzz Giuan danc' nu tuzz!"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News