Resta in contatto

News

Bari, Awua a tutto campo: le origini, gli hobby, il pensiero sul razzismo

Il centrocampista nigeriano si confessa alla trasmissione Telebari.Gol: un ritratto fuori campo del nuovo beniamino dei tifosi biancorossi.

Ci ha messo un attimo ad entrare nel cuore dei tifosi del Bari. Quell’intraprendenza sfoderata appena messo piede in campo ha conquistato subito il pubblico biancorosso. Ma fuori dal rettangolo verde Thephilus Awua, “Theo” come lo chiamano tutti, è un ragazzo ancor più ricco di contenuti tutti da scoprire. “Sono andato via da casa – ha raccontato alla trasmissione Telebari.Gol condotta su Telebari da Barbara Cirillo – ad appena 15 anni per andare ad Abuja, l’accademia in Nigeria gestita dal patron dello Spezia, Gabriele Volpi. A 18 sono partito per l’Italia: mia mamma era serena, mio padre un po’ più preoccupato che potessi perdermi così lontano da casa. Ora si è tranquillizzato: siamo una famiglia molto unita e numerosa, io sono il quinto di sei figli, quattro femmine e due maschi”.

Curioso l’aneddoto del giorno in cui lo ha chiamato il Bari. “Ero a Bologna, dalla mia fidanzata. Ci siamo conosciuti su Instagram e siamo insieme da un anno e nove mesi. Arrivò la telefonata del mio procuratore che mi disse di prendere immediatamente il treno per Milano e firmare il contratto con il Bari. Non ci ho pensato un attimo: è una grande opportunità. Qui la gente è molto affettuosa ed ospitale: ogni volta che faccio un giro, fioccano le foto e gli autografi. I compagni? Ho legato con Marfella, Esposito e Cascione: siamo quasi coetanei. Ci piace uscire, non giochiamo alla play station: ai videogiochi sono scarsissimo”.

Si parla sempre più di razzismo: quanto è avvenuto a Mario Balotelli in Verona-Brescia è l’ennesimo episodio di un fenomeno che proprio non si riesce a sradicare. “Da quando sono in Italia, è accaduto più volte anche a me”, svela Awua. “L’ultima recentissima: nella trasferta di Catania, ho sentito nettamente i buu nei miei confronti. Ma non do importanza: significherebbe mettere soltanto in rilievo il comportamento di qualche ignorante”

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News