Resta in contatto

News

Rieti-Bari, le pagelle: bene i 3 punti ma si salvano in pochi

Nonostante il risultato finale altra prestazione interlocutoria da parte dei biancorossi

Quando tutto sembrava perduto, quando tutto sembrava portare ad un’altra settimana difficile il Bari riesce, volenterosamente ma in maniera estremamente disordinata, ad avere ragione di un Rieti impeccabile per buona parte di gara. La compagine laziale ha disputato una partita gagliarda, rintuzzando i confusi attacchi dei biancorossi e provando a rendersi pericolosa in contropiede. I padroni di casa hanno alzato bandiera bianca solo nel finale, dopo l’espulsione di Tirelli, che ha permesso ai galletti, con un pizzico di fortuna, di rimettere in carreggiata un match che sembrava stregato.

Di seguito le pagelle dei biancorossi:

FRATTALI 6 Nulla può sul (dubbio) rigore di Marcheggiani. Si fa trovare pronto nelle altre occasioni in cui il Rieti riesce ad andare al tiro;

SABBIONE 5,5 Soffre molto la velocità degli avanti avversari. Ed anche in occasione del rigore è in ritardo rispetto a Ghirelli anche se l’intervento non sembra falloso;

PERROTTA 6 Il migliore, o il meno peggio a seconda di come la si guardi, in una difesa tutt’altro che granitica;

DI CESARE 5,5 Prova a trascinare i compagni col suo carisma, spingendosi in avanti per supportare la manovra;

COSTA 5 Schierato largo in questo inedito 3-5-2 non riesce ad essere incisivo;

HAMLILI 6 In un centrocampo che fa fatica ad impostare l’azione lui ci mette corsa e spirito di sacrificio;

BIANCO 6 Schierato subito titolare nonostante abbia pochi allenamenti coi nuovi compagni sale subito in cabina di regia. Tocca tanti palloni, non sempre con la necessaria precisione;

KUPISZ 5 Altra prestazione sottotono dopo quella con la Viterbese;

TERRANI 5 Non riesce a dare una mano in fase offensiva e soffre in fase difensiva tanto da rimediare un cartellino giallo;

ANTENUCCI 6 Sarebbe da 5 se non fosse per il rigore trasformato nei minuti di recupero che gli consente di festeggiare nel migliore dei modi i suoi 35 anni;

SIMERI 5 Pecca di egoismo ad inizio gara quando gestisce male un importante contropiede;

CORSINELLI 6 Prestazione senza infamia e senza lode;

D’URSI 6 Regala un pizzico di brio e vivacità a un attacco abulico anche se fallisce una ghiotta occasione sottoporta;

FERRARI 6,5 Bravo a farsi trovare pronto in occasione dell’1-1. Fornisce a D’Ursi una palla d’oro. C’è il suo zampino anche sul fallo da rigore che ha deciso la gara;

AWUA 6 Buttato nella mischia nel rush finale dimostra di possedere discrete doti atletiche;

FLORIANO 6 Schierato larghissimo sulla sinistra butta in mezzo tantissimo palloni e si procura qualche calcio di punizione dal limite;

CORNACCHINI 5,5 Ok il Bari ha vinto ma per quanto visto sul terreno di gioco se fosse stato il Rieti ad ottenere i tre punti nessuno avrebbe potuto obiettare nulla. La squadra sembra reggersi più sui nervi che su un impianto di gioco e un’organizzazione ben definita. Il test di domenica prossima con la Reggina dirà molto su ciò che attende i galletti.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News