Resta in contatto

News

Costa: “Bari, ogni domenica sarà una battaglia. I tifosi…”

Il difensore ex SPAL è consapevole delle difficoltà che affronteranno i biancorossi

Dopo tanta gavetta sui campi del centronord Filippo Costa ha scelto l’assolata Bari come meta del suo percorso da calciatore. “E’ la prima volta che gioco in una piazza del sud e non poteva esserci scelta migliore – le sue parole in conferenza stampa – non ci è voluto molto a decidere, bel progetto, bella piazza, bella sfida; il San Nicola poi è uno stadio da massima serie. Ho trovato un gruppo splendido, mi sono subito sentito integrato; il gruppo deve essere la nostra forza”. 

Costa sembra aver già conquistato un posto da titolare. Merito di un buon precampionato e di una certa duttilità tattica che potrebbe risultare molto utile: “Il mister mi ha dimostrato grande fiducia sin dai primi giorni di ritiro e di questo non posso che ringraziarlo; mi chiede di spingere molto, ma è nelle mie corde; poi ultimamente ho giocato spesso come quinto di centrocampo coprendo tutta la fascia, quindi non ci sono problemi, anzi. Credo però che il collettivo sia la cosa più importante; i risultati delle domenica passano dalla settimana, dal lavorare duro, dal tenere alta l’asticella alta; questo ti aiuta a dare il meglio in partita”.

Sono in molti, tra gli addetti ai lavori, ad indicare nel Bari la principale indiziata per la vittoria del girone C: “Essere tra i favoriti non conta nulla; non ci nascondiamo certo, siamo una squadra forte, ma ogni domenica sarà una battaglia, per gli avversari sarà la partita della vita, in casa come in trasferta. Gli episodi saranno spesso decisivi e dovremo esser bravi noi a sfruttarli a nostro favore. Sarà una stagione dura, difficile, ne siamo consapevoli; dovremo essere bravi a rimanere compatti, i momenti difficili fanno parte del gioco e solo stando uniti, diventando una cosa unica, noi, i tifosi, tutto l’ambiente, potremo superare questi momenti. Antenucci? Un legame che va al di là dell’amicizia; mi protegge in tutto, ma se c’è da bastonarmi, moralmente, lo fa, per il mio bene. ‘Pippo Gufetto’? Un soprannome nato ai tempi della Primavera a Verona, i miei compagni di stanza dicevano che le mie gufate ci prendevano sempre”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News