Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Bari, Ceter: “Questo è un nuovo inizio, sono carico. Il gol arriverà”

L’attaccante biancorosso si racconta in conferenza stampa

Damir Ceter, attaccante del Bari, parla in conferenza stampa a due giorni dalla sfida al Parma. Queste le sue dichiarazioni:

NUOVO INIZIO – “Fino ad adesso il mio percorso calcistico è stato rovinato dagli infortuni. Voglio dimostrare che ho ancora molto da dare nel calcio, per me questo è un nuovo inizio, voglio dare tutto me stesso per ringraziare la società che ha tanta fiducia in me”.

PERCORSO DI GUARIGIONE – “E’ stato molto positivo dall’inizio il rapporto, tutti sono stati sempre molto attenti sul tipo di lavoro che devo fare dentro e fuori dal campo. Sono fiero di essere qui, qui mi hanno dato la possibilità di iniziare un percorso di guarigione accurato. Sono carico e volenteroso di dimostrare tutto quello che posso dare”.

RISCHIO INFORTUNI – “Adesso mi sento molto bene, ho bisogno di lavoro, allenamenti, partite e tempo per il mio percorso. Vedo che in questa società mi stanno regalando tutto questo. Sono un calciatore potente e fisico e per questo maggiormente esposto agli infortuni, il rischio è sempre lì. L’idea è quella di renderlo sempre minimo questo rischio. A volte essere fiduciosi delle tue capacità è difficile con tutti i problemi che ho avuto, ti senti inferiore agli altri giocatori a causa della mancanza di continuità”.

TITOLARE CON IL PARMA – “Il mister mi ha regalato un’opportunità che io stesso non mi aspettavo pur avendo avuto una buona settimana di lavoro, la speranza era poca. Lui studia molto l’avversario e ha visto che stavo bene scegliendo di puntare sulla mia fisicità, sulla mia forza e sulla mia potenza. Ogni giorno lavoro per dare una mano alla squadra nel momento in cui il mister vuole che io scenda in campo”.

CONCORRENZA OFFENSIVA – “L’idea è quella di mettermi tra tutti questi attaccanti di alta qualità e di far capire che anche io sono presente e posso dare il mio contributo. Proprio per questo voglio essere al 100%”.

RUOLO – “Il mio ruolo è quello di punta centrale ma se il mister pensa che possa giocare un po’ più dietro o esterno significa che lui crede che io possa farlo”.

OBIETTIVI DI SQUADRA – “Nessuno alla vigilia della stagione poteva aspettarsi un Bari quarto, oggi invece siamo consapevole della nostra forza e della nostra unità. Il campionato è tosto, dobbiamo lottare ogni giorno. Ogni partita è diversa, noi abbiamo fatto risultati positivi ma dobbiamo comunque guardarci dietro. Prima raggiungiamo la salvezza e poi guardiamo avanti e puntiamo più in alto”.

INGRESSO A CAGLIARI – “A Cagliari non ero in forma ma loro mi hanno messo a giocare perché sapevano che avevo voglia di giocare quella partita. Questo ha voluto dire tanto per me, ho capito che per loro ero importante. Quello è stato un punto determinante per me”.

IL GOL – “L’attaccante vuole sempre fare gol, io come attaccante voglio segnare. So che prima o poi il gol arriverà, spero il prima possibile. Ciò detto, l’importante è che la squadra vinca, io posso fare anche un assist. Voglio aiutare il Bari a vincere le partite, è quello che conta”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia del Bari: deciso il miglior portiere di sempre!

Ultimo commento: "F.Mancini Loseto G. Frappampina Volpi Caricola DeTrizio Perrone Maiellaro Protti DiGennaro Joao Paolo"

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Servono un centrale, un play e un attaccante da gol. Questo in caso di infortuni è per dare respiro a Di Cesare, Maiello e Cheddira."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News