Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Bari, il pagellone del centrocampo: Folorunsho e Maita sugli scudi

Le valutazioni dei calciatori biancorossi al termine del girone d’andata

Trenta punti conquistati, quarto posto in classifica: questi i risultati raggiunti dal Bari nell’arco del girone d’andata del campionato di serie B. Sette vittore, nove pareggi e tre sconfitte per la formazione di Mignani, che si è affacciata da matricola al torneo cadetto.

Di seguito, le pagelle per il centrocampo:

FOLORUNSHO 7,5 – Tornato dopo la non felice esperienza di fine 2019, è apparso completamente trasformato. Il brutto anatroccolo è diventato cigno, incantando sin dal principio del campionato, con il bolide di Parma. Dopo, sono arrivati i sigilli contro Perugia e Brescia, incastonati tra prove convincenti e di sostanza sulla linea mediana. Ha pagato un piccolo calo a novembre ma è tornato “grande” col 4-3-2-1 disegnato da Mignani, che l’ha portato più vicino all’area avversaria. Risultati? Gol contro Cittadella e Modena;+ì

MAITA 7,5 – Sostanza, corsa, inserimenti e anche la gioia del primo gol in B. Il girone d’andata di Mattia Maita è stato da incorniciare, con la ciliegina sulla torta della rete del definitivo 0-3 a Cittadella che l’ha sbloccato. Prove quasi sempre al di sopra della sufficienza, funzionale anche da playmaker, quando ce n’è stato bisogno;

MAIELLO 7 – L’equilibratore del Bari: davanti alla difesa si è spesso rivelato fondamentale seppur non particolarmente appariscente. Non è un caso che le prime due sconfitte siano arrivate quando la squadra ha dovuto fare a meno di lui per un problema fisico.

BENEDETTI 6,5 – Partito in sordina, ha tratto beneficio dal cambio modulo che ha liberato una casella tra i centrocampisti, visto l’avanzamento di Folorunsho. In precedenza, non aveva convinto granché visto anche lo scarso minutaggio. Da dicembre, Mignani ha scoperto un valido supporto alla linea mediana. Sfortunato in zona gol, tra legni colpiti e qualche errore di troppo sotto porta;

BELLOMO 6,5 – A Mignani piace per la sua duttilità: può fare tutto e lui è a perenne disposizione. Con il Brescia la gara più bella, suggellata dalla rete ritrovata con la maglia biancorossa. Ma sul più bello, l’unico cruccio: l’espulsione a Frosinone che condiziona la gara.

MALLAMO 6 – Tre da titolare: bene con il Cosenza, maluccio con il Sudtirol, male a Como. E’ probabilmente colui che ha sofferto maggiormente il cambio di categoria, nonostante avesse già calcato i campi della B.

D’ERRICO 5,5 – Ha trovato poco spazio, ma è stato anche l’unico a non avere mai una chance dal 1′, e un motivo ci sarà. Qualche spezzone fino a ottobre, praticamente invisibile negli ultimi due mesi con soli 30′ disputati in due match

 

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia del Bari: deciso il miglior portiere di sempre!

Ultimo commento: "F.Mancini Loseto G. Frappampina Volpi Caricola DeTrizio Perrone Maiellaro Protti DiGennaro Joao Paolo"

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Servono un centrale, un play e un attaccante da gol. Questo in caso di infortuni è per dare respiro a Di Cesare, Maiello e Cheddira."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da Approfondimenti