Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Bari, parla De Laurentiis: “Abbiamo investito e siamo in alto. Se voglio vincere il campionato? Certo”

Parla il presidente del Bari tra presente e futuro con uno sguardo alla multiproprietà

MOMENTO – “Anche senza Cheddira abbiamo trovato la giusta soluzione. Guardate Benedetti, ha iniziato anche lui a dimostrare che è stato una scelta giusta. Onore e merito al nostro direttore sportivo”.

CHEDDIRA – “Sono belle sorprese, lui e Caprile, che ha dimostrato capacità e umiltà. Ho sempre detto che è importante saper scegliere anche gli uomini. Emozionante vedere Cheddira al Mondiale. Dal primo giorno che è arrivato qui a vederlo con Ronaldo che cercava di inseguirlo. L’ho seguito come fosse la nazionale italiana e gli ho scritto subito”.

FUTURO DEI SINGOLI – “È ovvio che ogni società deve pensare ai propri bilanci ma intanto bisogna pensare a questo campionato e i big non si toccano. Di sicuro questa società continuerà a investire”.

MULTIPROPRIETÀ – “È frustrante il pensiero di non poter tenere in A questo club. Ma è il mestiere dell’imprenditore. Sperando che poi le situazioni difficili si possano risolvere. Scenari? Il mondo del calcio italiano oggi è di grande interesse per tanti. Per grandi fondi e privati. E Bari può essere molto intrigante per tanti, anche dal punto di vista del fatturato e degli spettatori. Sarebbe un grande investimento per tanti. Vedremo, intanto noi stiamo costruendo”.

OBIETTIVI – “Noi ci siamo presentati a inizio campionato con la squadra competitiva. È chiaro che siamo cauti perché c’erano squadre che avevano investito tanto. Nessuno poteva sapere quale poteva essere la performance della squadra dopo gli investimenti. In questo è stato bravo l’allenatore. I ragazzi hanno dimostrato di saper tirare fuori il meglio. Siamo stati anche primi. Poi abbiamo avuto delle frenate e una ripartenza. Questa è un’azienda seria e si rispecchia anche nella squadra”.

VINCERE – “Uno sforzo in più per provare a vincere il campionato? È difficile capire cosa serve con esattezza. Certo che se lo sapessi lo farei. Come si fa a dire che non si vuole vincere? Però non è facile. Penso al Parma dell’anno scorso, al Monza di due anni fa. Ci siamo impegnati economicamente perché Bari è una piazza importante che merita risultati”.

 

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia del Bari: deciso il miglior portiere di sempre!

Ultimo commento: "F.Mancini Loseto G. Frappampina Volpi Caricola DeTrizio Perrone Maiellaro Protti DiGennaro Joao Paolo"

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Servono un centrale, un play e un attaccante da gol. Questo in caso di infortuni è per dare respiro a Di Cesare, Maiello e Cheddira."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News