Resta in contatto

Le pagelle di Labaricalcio

Taranto-Bari, le pagelle: Gigliotti insuperabile, Botta entra bene

La gara allo Iacovone è appena terminata: queste le pagelle biancorosse di labaricalcio.it

Torna con un punto il Bari da Taranto: il derby termina 0-0, con i biancorossi che sono andati più vicini alla vittoria con le conclusioni di Ricci e Botta. Il terzino ha trovato sulla sua strada Antonino mentre l’argentino ha mandato di poco a lato con una conclusione mancina dal limite dell’area.

Di seguito, le pagelle dei biancorossi:

POLVERINO 6 – Qualche uscita e nulla più. Dalle sue parti non arriva neanche un tiro;

BELLI 6 – Duella con Falcone, che quasi mai ha la meglio. Prestazione ordinata, senza alcuna sbavatura;

DI CESARE 6,5 – Prova solida così come quella di sette giorni fa con l’Avellino: concede poco o nulla agli attaccanti del Taranto;

GIGLIOTTI 7 – Rientra tra i titolari dopo il turno di squalifica e sfodera una prestazione da vero e proprio muro. Dalle sue parti non si passa e sbroglia ogni situazione che rischia di rivelarsi complicata;

RICCI 6,5 – Tra i più attivi, è suo l’unico tiro in porta degno di nota effettuato nel primo tempo. Poi sforna un bell’assist per Maita, ma il centrocampista spreca. Riceve un cartellino giallo a fine primo tempo che sembra limitarlo, così come un duro colpo alla caviglia dopo un ruvido fallo di Marsili;

MAITA 6,5 – Non scintillante come altre volte, gara di quantità con pochi guizzi negli ultimi venticinque metri. Nel primo tempo ha una buona occasione ma non offre il bis dopo la gemma contro l’Avellino;

MAIELLO 6,5 – Davanti alla difesa è una garanzia, calamita moltissimi palloni e dai suoi piedi parte la manovra del Bari. Affidabile e sicuro;

MALLAMO 6 – Torna sulla linea dei centrocampisti al fianco di Maiello e Maita e regala il solito dinamismo: gli manca lucidità negli ultimi metri. A fine primo tempo spreca un contropiede che avrebbe dovuto sfruttare meglio;

GALANO 5 – Parte con molta voglia e nei primi minuti si fa vedere molto. Da metà primo tempo inizia a faticare e non riesce più a trovare giocate decisive. Nella ripresa si eclissa e Mignani lo tira fuori dopo un quarto d’ora;

ANTENUCCI 6 – Non riesce a trovare l’occasione giusta per colpire ma è uno dei pochi a provarci. Non incide ma è generoso in fase di copertura, soprattutto nel primo tempo;

SIMERI 5,5 – Altra chance da titolare al fianco di Antenucci, combina poco anche se ha poco spazio a disposizione nelle strette maglie della difesa del taranto. Dopo il primo tempo, lascia spazio a Paponi;

PAPONI 5,5 – Rileva Simeri ma non riesce a mettersi in evidenza, così come il suo collega: resta ingabbiato tra Zullo e Granata;

BOTTA 6,5 – Al rientro prova a regalare verve all’attacco del Bari: regala sprazzi di fantasia ma spesso predica nel deserto. Sfiora il gol con un bel sinistro dal limite dell’area;

MAZZOTTA 6 – Si piazza sulla corsia mancina e non concede praticamente nulla a Mastromonaco e Manneh;

D’ERRICO 6 – In campo per poco più di venti minuti, non incide in fase offensiva ma non demerita;

CITRO sv – Pochi minuti in campo, ingiudicabile;

MIGNANI 6 – Il Bari interpreta bene la gara in avvio, poi si adatta ai ritmi lenti e mantiene l’imbattibilità esterna con una prova ordinata e concedendo nulla agli avversari;

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "mannini, loseto g. carrera progna jarni bergossi maiellaro gerson perrone protti joao paulo"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "L intervista più bella fu quella al 90 minuto quando disse che vide il portiere fuori dai pali e gli tirò una chinessa. :), mitico. Forse fu proprio..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo i suoi bolidi dai calci di punizione ed in particolare il goal in in cosenza bari che ci spinse verso la A. Grande difensore."

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altro da Le pagelle di Labaricalcio