Resta in contatto

Le pagelle di Labaricalcio

Virtus Francavila-Bari, le pagelle: Frattali può poco, Mallamo e D’Errico horror

La gara al Nuovarredo Arena è appena terminata: queste le pagelle biancorosse di labaricalcio.it

Primo ko stagionale per il Bari, che cade rovinosamente sul campo della Virtus Francavilla, trascinato dalle reti di Ekuban, Caporale e Ventola. Pochissime, se non nulle, le note liete in casa biancorossa.

Di seguito, le pagelle dei biancorossi:

FRATTALI 6 – Non ha colpe in occasione dell’uno-due dei padroni di casa. Poi è bravo a evitare il tris, smanacciando in corner il destro di Ventola. L’attaccante si riscatta nella ripresa, ma il portiere non può nulla;

BELLI 4,5 – Prende il posto di Pucino sulla corsia di destra e soffre le pene dell’inferno con Ingrosso che sgasa a ripetizione. La fase offensiva dovrebbe essere il suo fiore all’occhiello, ma sul fondo non ci arriva praticamente mai;

TERRANOVA 5,5 – Non ha particolari colpe sui gol avversari, “partecipa” alla Caporetto collettiva. Nervoso nella ripresa, si becca anche il cartellino giallo;

DI CESARE 4,5 – Avrebbe desiderato certamente un rientro migliore tra i titolari: Ekuban lo brucia in occasione dell’1-0, poi lo costringe all’ammonizione. Dopo il raddoppio, deve alzare bandiera bianca per un infortunio. Non poteva andare peggio;

MAZZOTTA 5 – Si fa vedere oco in fase offensiva, eppure probabilmente potrebbe osare qualcosa in più. In occasione del 3-0 “buca” il traversone dell’inesauribile Ingrosso. Così Pierno e Carella possono confezionare la palla gol per Ventola;

MALLAMO 4 – Ingrosso gli sfreccia accanto in occasione del primo gol, è tra le belle statuine che lasciano campo a Caporale in occasione del rassoppio (dove ha più responsabilità). A corredo, una prestazione orribile, condita da errori in serie;

MAITA 5,5 – Del centrocampo del Bari è colui che sembra più reattivo. Ci mette l’anima ma spesso è impreciso e sopraffatto dal dinamismo della Virtus Francavilla;

D’ERRICO 4 – Conferma, purtroppo, l’opaca prestazione del derby. Il problema è che fa peggio rispetto alla gara del San Nicola. Non gli riesce praticamente nulla, si innervosisce, riceve l’ammonizione e si eclissa prima del cambio;

BOTTA 5,5 – Prova a caricarsi il Bari sulle spalle ma non riesce a trovare il guizzo a ridosso dell’area. A inizio ripresa sembra poter riaccendere la formazione biancorossa ma è soltanto un fuoco di paglia. Ci prova fino alla fine, ma la serata è davvero negativa;

ANTENUCCI 5 – Il ritorno dal 1′ non gli porta bene come avvenuto a Campobasso. I palloni giocabili sono davvero pochi ma non riesce mai a divincolarsi dalla marcatura dei coriacei difensori di casa;

CHEDDIRA 4,5 – Gioca pochi palloni, e praticamente tutti spalle alla porta. In occasione della secona rete, è il primo a essere seminato da Caporale. Resta l’unico del reparto avanzato a terminare la partita, ma neppure in 96 minuti riesce a graffiare;

CELIENTO 5,5 – Quando subentra, ormai il Bari è già praticamente ko. Prova a limitare i danni, ma quando la Virtus Francavilla spinge, fa paura;

SIMERI 5,5 – Ha una buona chance, ma spreca mettendo alto da buona posizione;

PAPONI 5,5 – Entra per dare la scossa ma dopo due minuti gli avversari chiudono la gara. E’ anche sfortunato;

CITRO 6 – Entra a gara ormai compromessa, prova a regalare nuova verve al Bari. Prima sbaglia un gol clamoroso, poi è il palo a negargli la soddisfazione personale che avrebbe meritato;

BIANCO sv – Pochi minuti al posto di Maita, può fare poco;

MIGNANI 5 – Cambia quattro elementi rispetto al derby, ma probabilmente varia gli interpreti sbagliati. Forse doveva essere puntellata la linea mediana. Ma più di tutto, il Bari non reagisce agli schiaffi degli avversari, e stavolta dalla panchina non pesca i jolly;

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "hai ragione ma è una classifica impossibile da fare ,troppi giocatori forti lasciati fuori . Se ci limitiamo agli ultimi 30 anni potrei essere..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "io ero in curva quando Maiellaro ci deliziava, la sua sfortuna è stata che in Nazionale ci stava prima Giannini e poi Baggio e Vicini due fantasisti..."

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altro da Le pagelle di Labaricalcio