Resta in contatto

News

Bari, D’Errico: “Prima la Virtus, poi il Catanzaro. Arbitri? Ci sfavoriscono”

Il centrocampista biancorosso presenta in conferenza stampa l’appuntamento di domenica sul campo della Virtus Francavilla

Andrea D’Errico, centrocampista del Bari, si proietta in conferenza stampa sulla trasferta sul campo della Virtus Francavilla:

L’AVVERSARIO – Bisogna pensare alla partita contro la Virtus, il Catanzaro verrà dopo. I loro nove indisponibili non sono un nostro problema, dobbiamo essere bravi nel non sottovalutare l’avversario. Abbiamo giocato due partite importanti contro il Campobasso e il Foggia, ma abbiamo una rosa larga”. 

LEADER – “Ci sono tanti leader in questa squadra, fa piacere che io sia uno di questi. In panchina mercoled‘ c’erano Di Cesare e Antenucci, capitano e vice di questa squadra. Penso e spero di poter dare il mio contributo”. 

CAMPO SINTETICO – “Il campo sintetico è un qualcosa a cui noi non siamo abituati, ma non farei paragoni con il Potenza e il Picerno perché quelle erano partite a inizio campionato e noi siamo partiti in ritardo. Loro sono una buona squadra”.

DOVE MIGLIORARE – “Il mister mi chiede tante cose, mi chiede di fare bene la fase difensiva e io ogni tanto mi addormento. Fa bene a riprendermi in quel caso. In fase offensiva mi lascia libero, devo cercare di essere più decisivo tra assist e gol. Devo migliorare nell’ultimo passaggio ed evitare di tentare la giocata difficile. Spero di far vedere a Bari il D’Errico di Monza”. 

TIFOSI – “Voglio ringraziare il pubblico perché ci ha accompagnati contro il Foggia, per me era la prima volta davanti a tante persone. Spero vengano a vederci sempre con questi numeri, noi abbiamo bisogno di loro”. 

FOGGIA – “Il Foggia era abile nel far girare la palla, noi però abbiamo fatto la nostra gara, magari meno brillante rispetto ad altre volte, ma abbiamo giocato. Siamo andati in vantaggio, poi abbiamo avuto anche le chances per raddoppiare. Quando non si può vincere, è giusto portare a casa un punto. Loro sono andati anche oltre quelle che sono le loro possibilità. Gli avversari quando ci incontrano ne parlano anche per i giorni successivi, noi la partita l’abbiamo già archiviata”. 

CHIUDERE LE PARTITE – “Quando si passa in vantaggio, si deve cercare di chiuderla la partita. Basta un episodio a riaprirla come successo a Campobasso. Dobbiamo essere più cinici e avere più cattiveria”. 

EPISODI ARBITRALI – “Io non parlo mai degli arbitri, non mi piace. E’ anche vero che però ci stanno sfavorendo, a Campobasso ci hanno fischiato contro un rigore dubbio immediatamente, contro il Foggia ce n’era uno e mezzo a nostro favore. Ciò detto, la squadra forte non si deve attaccare a questi episodi, adesso ci sta girando male”. 

MARGINI DI CRESCITA – “Noi dobbiamo vincere per noi stessi, non ci deve interessare quello che fanno gli altri. Conta dare continuità di risultati e di prestazioni. Fin qui abbiamo dato il 60% di quello che potremmo dare, ci vuole tempo. Quando ci conosceremo meglio, potremo fare ancora meglio. Non pensiamo a quello che dicono gli altri, in tanti dovrebbero pensare più alle loro squadre e lasciar perdere il Bari, si parla troppo spesso di noi”. 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "hai ragione ma è una classifica impossibile da fare ,troppi giocatori forti lasciati fuori . Se ci limitiamo agli ultimi 30 anni potrei essere..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "io ero in curva quando Maiellaro ci deliziava, la sua sfortuna è stata che in Nazionale ci stava prima Giannini e poi Baggio e Vicini due fantasisti..."

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altro da News