La Bari Calcio
Sito appartenente al Network

Bari, vittoria in rimonta: al San Nicola cade anche la Turris (4-2)

I biancorossi recuperano lo svantaggio del primo tempo e guadagnano altri tre punti preziosi

Continua il momento magico del Bari che, nonostante un primo tempo in sofferenza e chiuso in svantaggio, piega la Turris e consolida la vetta. Mignani lascia Antenucci in panchina e lancia il tandem Simeri-Cheddira, supportato da Botta. In difesa recupera Di Cesare mentre sulle corsie laterali Mazzotta e Pucino vincono i rispettivi ballottaggi.

Il Bari parte all’attacco ma all’8′ viene punito da Giannone, bravo a sfruttare un traversone arretrato di Varutti e scoccare una conclusione su cui nulla può Frattali. La formazione biancorossa reagisce: Pucino reclama un penalty per un fallo di mani e subito dopo Di Cesare mette alto di testa da ottima posizione. Al 21′ arriva il pareggio: imbucata di Scavone per  un fallo di mani per Cheddira che di forza si libera di Loreto e col sinistro mette alle spalle di Perina. Gli ospiti non ci stanno e al 37′ tornano davanti: è ancora Varutti l’assist man con il traversone basso che pesca Leonetti nel cuore dell’area. L’ex di turno apre il piatto destro e gela nuovamente il San Nicola e il Bari che all’intervallo si trova in svantaggio per la prima volta in stagione.

Nell’intervallo, Mignani lascia Simeri negli spogliatoi e inserisce Marras. Dopo soli venti secondi, i biancorossi raggiungono il pari: Botta va via a destra e serve D’Errico che arriva a rimorchio in piena area e insacca con una bordata imparabile. Il Bari cresce, la Turris appare frastornata: un minuto dopo il 2-2 Cheddira sfiora l’incrocio dei pali, al 56′ Marras scheggia l’incrocio dei pali con una conclusione mancina a giro.

Il sorpasso è nell’aria e si materializza al minuto 57: Marras scappa a sinistra e mette dentro per l’accorrente Botta che colpisce clamorosamente la traversa, raccoglie Cheddira che piomba a terra al limite dell’area contrastato da due difensori, il pallone schizza verso Scavone appostato a centro area: destro preciso del centrocampista e nulla da fare per Perina.

Al 64′ gli ospiti rimangono in dieci: Cheddira va via in campo aperto e viene steso da Di Nunzio, che interrompe una chiara occasione da gol. L’inferiorità numerica non piega la Turris che al 71′ ha l’occasione per il 3-3: Frattali respinge corto sul destro di Esempio, Tascone calcia a colpo sicuro ma trova l’opposizione di Terranova a un metro dalla linea di porta. Mignani lancia nella mischia Mallamo al posto dell’acciaccato Scavone: il Bari controlla con maggiore calma e all’83’ chiude i conti con Terranova, abile a deviare di testa nell’angolo basso un traversone di Botta. La Turris alza bandiera bianca e si ferma dopo tre successi di fila, per i biancorossi prosegue il momento magico: adesso sono sei le lunghezze sul Catanzaro, nuova seconda forza del torneo.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Ballottaggio Lulic-Bellomo-Acampora per una maglia al fianco di Benali ed Edjouma sulla fascia mediana del...
Doppio turno esterno alle porte per la truppa di Iachini, a caccia di conferme dopo...
Il punto del quotidiano sulle possibili scelte di Iachini per il match del Druso...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

La Bari Calcio