Resta in contatto

News

Bari, Mallamo: “Gruppo forte, cavalchiamo l’onda dell’entusiasmo”

Il centrocampista biancorosso parla per la prima volta in conferenza stampa: “Fondamentale per il mio arrivo la conoscenza con il ds”

Alessandro Mallamo parla per la prima volta da nuovo calciatore del Bari. Lo fa così in conferenza stampa:

DUTTILITA’ – “La duttilità è una delle mie caratteristiche principali. Riesco a ricoprire più ruoli nel centrocampo. Io tuttocampista? E’ un termine che mi rende onore e che ha a che fare con la mia dinamicità, con la mia capacità di muoversi tanto”.

RUOLO PREFERITO – “Mi trovo particolarmente bene nella posizione di mezzala, è quello il mio ruolo naturale. In passato ho giocato da trequartista, mi trovo bene anche lì”.

VITTORIE – “E’ ancora presto per parlare di altro, per ora le vittorie stanno dando entusiasmo. Mi auguro che possano portare tanti tifosi baresi allo stadio”.

IL CROSS DECISIVO CON IL PICERNO – “Quel cross ha aiutato in primis la squadra a portare a casa i tre punti contro il Picerno e poi ha aiutato me stesso a iniziare con il piede giusto questo nuovo percorso. E’ stata una giocata istintiva, non ci ho pensato su”.

L’ARRIVO A BARI – “E’ successo tutto all’ultimo giorno di mercato, anche se prima c’erano stati dei contatti. Ha influito molto la conoscenza con il direttore sportivo Polito. Sono contento di essere in questa piazza gloriosa con tanti anni di storia, speriamo di riportarla nelle categoria che le competono”.

IL GRUPPO – “Io penso che, considerando quanti giocatori sono arrivati nell’ultimo giorno di mercato, siamo già tanto squadra. Non era facile, sono stati abili lo staff e l’allenatore a farci subito sentire a casa. Il gruppo si amalgamerà ulteriormente in seguito, ma adesso è già forte. Si vede da quello che mettono in campo i calciatori che subentrano a partita in corso”.

SCUOLA ATALANTA – “L’Atalanta ha uno dei settori giovanili migliori, devo tanto a lei per quello che mi ha insegnato. C’è tanta preparazione a livello tecnico e a livello di conoscenza di calcio. I risultati che sta ottenendo negli ultimi anni, anche a livello giovanile, non a caso sono importanti”.

CAVALCARE L’ONDA – “Bisogna cavalcare l’onda dell’entusiasmo e della classifica, al momento siamo lì davanti. Nel calcio basta un attimo, bastano due partite sbagliate e cambia tutto. Speriamo di essere aiutati anche dal nostro pubblico in tal senso. Vincere aiuta a vincere”.

I SOGNI – “Ho fatto nazionali dall’Under 15 all’Under 20, è stata una bella opportunità. I sogni sono quelli di far bene quest’anno e di portare il Bari in categorie più adatte. Più avanti, certo, mi piacerebbe giocare in categorie più importanti. Ora, però, la testa è solo sul presente e sul Bari”.

EPISODI DUBBI A CATANIA – “Gli episodi sono sicuramente dubbi, secondo me in entrambi i casi era più rigore che no, anche se la mia è un’impressione avuta dal campo. La cosa positiva è stata la reazione di squadra, la voglia di andare a difendere il compagno. Questi sono segnali che sembrano banali ma sono importanti, anche nei confronti degli avversari”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "hai ragione ma è una classifica impossibile da fare ,troppi giocatori forti lasciati fuori . Se ci limitiamo agli ultimi 30 anni potrei essere..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "io ero in curva quando Maiellaro ci deliziava, la sua sfortuna è stata che in Nazionale ci stava prima Giannini e poi Baggio e Vicini due fantasisti..."

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altro da News