Resta in contatto

News

Bari, Carrera: “Diamo battaglia fino alla morte, serve un episodio. Soddisfatto della ripresa di Avellino”

Il tecnico biancorosso presenta la sfida di domenica contro il Palermo in conferenza stampa. “Squadra ha difficoltà, ma non è ultima arrivata”

OBIETTIVO – “Il Bari deve lottare su ogni palla in ogni partita per fare quanti più punti possibili. L’obiettivo è ancora lì, alla portata, non è finito nulla. Dobbiamo dare battaglia fino alla morte”.

MODULO – Il modulo è l’ultimo dei problemi, una squadra quando va in campo deve sapersi adattare all’avversario. Non sempre le partite escono come le prepari. La squadra ha delle difficoltà in questo momento, ma non è l’ultima arrivata. Dobbiamo solo trovare la quadra giusta”.

LA SETTIMANA – La classifica non la guardiamo, ogni partita dobbiamo farla al massimo delle nostre possibilità. La settimana è stata tribolata come altre, abbiamo lavorato sui nostri errori per fare gruppo. In campo andiamo noi e nessun altro, dobbiamo essere bravi a farci scivolare tutto addosso, cercando di riportare la gente ad aver fiducia in noi. Dipenderà solo dai risultati”.

CIANCI – Ha un problema che lo condiziona parecchio, non riesce ad allenarsi con la giusta continuità. Dobbiamo cercare di riportarlo alla migliore condizione fisica, la situazione va valutata con serenità”.

DISPONIBILI – Sarzi ha avuto un problemino alla caviglia e quindi ieri non si è allenato, Celiento ha fatto il primo allenamento ma è in fase di ripresa leggera. Sono invece disponibili Sabbione e Ciofani”.

SCINTILLA – Dobbiamo trovare un episodio favorevole per far scattare la giusta molla nella testa, un episodio che ci faccia dire che noi siamo altri e non questi. Non dobbiamo avere paura di sbagliare, solo chi non va in campo non sbaglia. Alla fine le conclusioni sono dettate dai risultati, se Rolando avesse fatto gol ad Avellino, anche con un brutto primo tempo, avremmo parlato diversamente”.

COMPATTEZZA – Già solo la presenza del presidente fa comprendere la nostra unità di intenti, tutti vogliamo raggiungere lo stesso obiettivo. Io li vedo gli allenamenti, conosco la voglia che ci stanno mettendo. Questa è la cosa che mi fa stare tranquillo. Dobbiamo continuare così, dobbiamo continuare a credere in noi stessi. Andiamo in guerra insieme, io sono uno di loro e difenderò fino alla morte i miei calciatori che sono i miei soldati”.

SERIE C L’ho conosciuto il calcio di C e ho capito che ci vuole tanta grinta perché ogni volta si deve far battaglia. Solo con la qualità e senza cattiveria ed entusiasmo non si arriva da nessuna parte”.

AVELLINO – Lo ripeto: sono soddisfatto del secondo tempo di Avellino. Ad andare storto è stato il risultato, figlio di un nostro errore”.

MARRAS ESTERNO DI CENTROCAMPO – Manuel ha una grande corsa, ad Avellino l’avevo messo lì per dar fastidio al loro quinto. Poi, ripeto, in partita non tutto riesce come si vorrebbe. Lui ha giocato quinto di destra anche quando era a Trapani, ha tutte le qualità per poterlo fare”.

L’AVVERSARIO – Sappiamo che Palermo affrontiamo, sappiamo che verrà con la voglia di giocare. Anche noi dobbiamo farci trovare pronti, mettendoci intensità”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News