Resta in contatto

News

Bari, Boniek: “La C non è facile. Antenucci? Un singolo non fa la differenza”

L’ex fuoriclasse polacco esprime la sua opinione sui biancorossi in un’intervista al Corriere del Mezzogiorno

“Penso che la serie C in in Italia non è un campionato facile”. Parola di Zibì Boniek, che ben conosce Bari, avendo allenato i biancorossi nella nefasta stagione 1991-92, terminata male con la retrocessione in serie B nonostante i tanti investimenti effettuati, su tutti quello per David Platt. “C’è molto agonismo, tanta rivalità – continua l’ex calciatore di Juventus e Roma –. Ci vuole carattere, capacità di sopportare le pressioni”.

In riferimento a un top player della categoria come Antenucci, Boniek va controcorrente: “Molto bravo, ma un giocatore da solo non fa la differenza, il calcio non funziona così. Serve sempre l’organico”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "saltò più in alto di Hatley da fermo. Giuan un Grande"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News