Resta in contatto

Approfondimenti

Bari, Cianci da record: due su due all’esordio. Nessuno come lui nel nuovo millennio

Il centravanti barese, approdato in Puglia a gennaio, è partito con il botto: gol al Monopoli all’esordio, bis con il Catania alla seconda. Nessuno, tra gli acquisti invernali, ci era mai riuscito nel nuovo millennio

Prima il centro decisivo nel finale per l’1-0 sul Monopoli, poi il bis concesso quattro giorni dopo a Catania per il gol del provvisorio vantaggio: la storia d’amore tra il Bari Pietro Cianci è partita subito con il botto. Meglio delle attese, che comunque -dopo i tanti gol messi a segno nella prima parte di stagione con il Potenza– erano tante, più forte della paura di fallire a casa propria, lì dove in molti sono inevitabilmente portati ad addossarti più responsabilità del normale. Il centravanti barese, approdato in riva all’Adriatico nel corso del mercato invernale dal club lucano, sembra essere già un insostituibile nello scacchiere tattico di mister Carrera.

Un approccio da record, mai visto nei numeri nel nuovo millennio nel capoluogo pugliese. Se infatti in diversi -tra i calciatori portati in consegna dalla sessione di gennaio- erano riusciti a bagnare il proprio esordio in biancorosso con una rete, nessuno era stato in grado di bissare quanto fatto alla prima come l’ex Teramo: sorpassati Maita (l’ultimo in ordine di tempo, in gol nel 5-2 sul Rieti della scorsa stagione), Galano (che alla sua seconda avventura con il Bari, nel febbraio 2017, segnò al Vicenza alla ‘prima’), Rudolf (qui bisogna tornare all’annata 2010/2011, l’ultima trascorsa in A, con il prestigioso acuto d’esordio contro la Juventus) e Okaka (stesso anno, ma contro il Lecce).

Una favola che diventa realtà, con protagonista un barese doc in azione nel contesto sognato per una vita: Bari ha un nuovo beniamino, la Cianci-mania già impazza.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "saltò più in alto di Hatley da fermo. Giuan un Grande"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti