Resta in contatto

News

Bari, Auteri: “Siamo sempre stati padroni. Possiamo migliorare ancora nella distribuzione del gioco”

L’allenatore dei biancorossi ha commentato la prova dei suoi dopo il derby vinto contro i biancazzurri

Vinto il derby in casa contro la Virtus Francavilla, Gaetano Auteri, tecnico del Bari, è intervenuto ai microfoni di TeleBari dalla zona mista del San Nicola per commentare il risultato: “La risposta che mi aspettavo dopo una settimana difficile? Per me non è stata una settimana difficile, sono punti di vista. Qui c’è un po’ di pressione, però non c’è neanche il pubblico. Abbiamo fatto una partita diversa da quelle con Vibonese e Turris in cui non siamo riusciti a sbloccarci. Questa partita è stata diversa perché il Francavilla ha accettato il confronto e vale di più della classifica che ha perché è una squadra organizzata. Siamo riusciti a sbloccarla e a rimetterla in equilibrio ma siamo sempre stati padroni. Non mi accontento, possiamo far meglio nella distribuzione del gioco. Inizialmente siamo stati timidi ma questo è perché c’è tensione e questo dipende anche dagli avversari ma noi dobbiamo pensare solo a noi stessi. Perché ho lasciato il posto a Cacioli? Ho avuto un leggero mal di testa, ora tutto ok”.

L’allenatore dei biancorossi si è mostrato moderatamente soddisfatto: “Vorrei che migliorassimo su alcune cose. Siamo sempre stati aggressivi, abbiamo recuperato tante palle. Una pressione di squadra si può fare quando di fronte c’è una squadra che gioca come il Francavilla. Nel ritorno le partite sono tutte difficili poiché ogni squadra vuole fare punti. Dobbiamo trovare delle soluzioni per stanare anche gli avversari chiusi. Abbiamo le caratteristiche per fare bene. Alcune situazioni iniziali le vorrei rivedere, tipo quel fuorigioco all’inizio… Anche se non cambia nulla”.

Auteri ha risposto anche a proposito di alcuni singoli: “Rolando? Nella sua carriera ha fatto tante volte questo ruolo, è un giocatore di fascia che sa farlo sia a destra, sia a sinistra. Può fare anche cose diverse. Con Andreoni e Rolando abbiamo più spinta ma non ci sono solo loro. Antenucci? I rigoristi sono Antenucci e Marras, hanno deciso loro”.

Sulle condizioni di Maita, oggi in panchina per tutto il match : “Il covid è una brutta malattia, dopo tre allenamenti aveva mal di testa, dolori allo stomaco. Era fermo dal 23 dicembre, i dati fisici non erano ottimi. Mi aspetto tanto da tutti, io non abbandono nessuno. De Risio non aveva fatto benissimo nelle ultime uscite, dobbiamo ruotare tutti. Candellone? Oggi Montalto non ha Montalto perché è disturbato da alcune situazioni (il riferimento è alla trattativa con la Reggina ndr). Parlatene con la società, io come ho detto ero contento così. Chi è andato via lo ha fatto per scelte personali, anche contrattuali. C’è grande simbiosi e attaccamento”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News