Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Bari, Ippedico: “Troppe parole dopo Bisceglie, bisogna restare uniti. Bellomo? Profilo importante”

Il Segretario generale del club biancorosso a tutto tondo, dalle giovanili alla prima squadra

A lungo responsabile del settore giovanile del Bari, ora Segretario generale del club, Antonello Ippedico è intervenuto sulle frequenze di RadioBari, iniziando la sua chiacchierata proprio dalle date della ripresa delle attività giovanili: “La Berretti riprenderà il 20 febbraio ripartendo dalla seconda giornata di campionato, prima dello stop di Novembre. Per le categorie come l’under 15 si parla di inizio marzo, con la data del 7, ma tutto è legato all’evoluzione generale dell’epidemia”.

Subito dopo, il focus della conversazione si è spostato sulla conferenza del tecnico della prima squadra, Gaetano Auteri: “Il mister è una persona di esperienza. Per me si è parlato fin troppo di ciò che è successo nel post partita di Bisceglie-Bari. Abbiamo vinto contro un avversario difficile, venivamo da un pareggio che gridava vendetta con la Turris, dopo aver fatto una grande partita. Sicuramente il mister in quel momento ha voluto dare importanza al risultato della squadra, oltre la prestazione. Ieri è stato abbastanza obiettivo, ha parlato col cuore in mano. Dal mio punto di vista c’è stato troppo parlare su quella partita. Ogni domenica abbiamo avversari difficili, contro di noi fanno tutti la partita della vita, la Ternana sta facendo un campionato strepitoso, ha la miglior media punti in Europa. Il campionato è ancora lungo, in questo momento bisogna remare all’unisono, criticare in questo momento è deleterio”.

Sulla cessione di Simeri: “Il calcio di oggi ci ha abituato a mettere tutti in discussione. Al di là di cosa pensano i tifosi, ci sono delle valutazioni tecniche. Personalmente dire che le operazioni in entrata e in uscita hanno sicuramente un ragionamento alle spalle. Non ci sono situazioni recondite, tutto viene fatto in funzione dl bene della squadra, lo stesso è accaduto con Simeri. Tra le altre cose Simeri è andato in una squadra che gioca la Serie B e questo non può che accrescere il suo valore visto che è un giocatore in prestito, anche se con diritto di riscatto a favore dell’Ascoli. Credo sia una cosa positiva per il calciatore, arrivato a Bari in Serie D, è un’operazione è utile per tutti”.

Ippedico ha parlato anche di Nicola Bellomo, un nome che viene accostato insistentemente al Bari, squadra in cui ha fatto tutta la trafila delle giovanili (e per questo ben conosciuto dal Segretario): “Premesso che del mercato se ne occupa la direzione sportiva, Nicola Bellomo è un ragazzo che ha fatto tutto il percorso del settore giovanile in maniera brillante, ma al tempo stesso è stato impegnativo. Nicola ne ha passate tante, ha avuto tanti allenatori, è uscito dal settore giovanile già con la maglia del Bari, poi ha fatto altre esperienze. È un classe ’91, ha quasi 30 anni, è un giocatore esperto per questo tipo di categorie, quindi è sicuramente un giocatore importante che sta facendo bene alla Reggina e farebbe bene in qualsiasi squadra andasse, è un ragazzo abituato alle pressioni. Dopo il fallimento ci sono tanti ragazzi che sono andati nei vivai delle squadre di Serie A, tornare a quegli anni riporta sempre un po’ di amarezza, specialmente pensando a cosa si poteva costruire nel tempo. Ma è inutile pensare al passato, speriamo di recuperare con il tempo”.

Infine una battuta sulla Virtus Francavilla, prossimo avversario dei Galletti: “È una squadra di categoria, viene da esperienze positive in questo campionato. Nell’ultimo calciomercato ha condotto operazioni intelligenti, hanno preso Ciccone che ha già segnato al Palermo. Si tratta di una squadra da prendere con le pinze, sono in una posizione tranquilla e guardano anche alla zona playoff. Per noi non ci sono partite facili, chiunque venga qui lo fa con un atteggiamento diverso. Dobbiamo farci trovare pronti”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Servono un centrale, un play e un attaccante da gol. Questo in caso di infortuni è per dare respiro a Di Cesare, Maiello e Cheddira."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News