Resta in contatto

News

Il saluto di Simeri e le sue prime parole da ex: “Bari sarà sempre casa mia, speravo di avere più spazio”

Il centravanti napoletano è stato già presentato dall’Ascoli: “I tifosi biancorossi resteranno nel mio cuore”.

Quasi non sembra vero che Simone Simeri non sia più un calciatore del Bari. Per la sua generosità, per il carattere estroverso, per l’attaccamento alla maglia, il centravanti napoletano era entrato nel cuore dei tifosi biancorossi. Sembra strano, quindi, sentirlo parlare da nuovo acquisto dell’Ascoli. Non a caso il primo passaggio della sua presentazione al club marchigiano riguarda il motivo della sua separazione dalla Puglia: “A Bari quest’anno non ho avuto lo spazio che avrei voluto e che forse avrei anche meritato, così quando l’Ascoli mi ha cercato ho accettato con entusiasmo, non potevo rifiutare la chiamata del Direttore Sportivo Polito che conosco dall’esperienza con la Juve Stabia. Conoscendo il suo modo di lavorare credo che Ascoli sia l’esperienza giusta per cimentarmi per la prima volta in Serie B. Con l’Ascoli ci eravamo sfiorati tre anni fa, quando ero in ritiro col Novara in Serie B, ricordo che ci fu un interessamento del club bianconero, allenato da Vivarini, ma poi non se ne fece più niente. Iniziò il mio percorso al Bari, ma evidentemente era nel mio destino. Di Ascoli mi hanno parlato benissimo due ex ora al Bari, Antenucci e Andreoni: mi hanno detto che qui si vive solo di calcio e questo non può che caricarmi”.

Quindi, il messaggio sui social dedicato ai tifosi biancorossi: “Non potevo non dedicare un messaggio esclusivamente a voi..tifosi della Bari. Sin da quando sono arrivato mi sono sentito coccolato da questa stupenda tifoseria, mi avete fatto sentire a casa, supportato sempre, soprattutto nei momenti difficili e per questo vi saró sempre grato. Io ho cercato di dare tutto per questa maglia che ho indossato con fierezza e, a giudicare dal legame viscerale che sento di aver instaurato con voi, credo di essere stato apprezzato. Bari sarà sempre casa mia, perchè Bari siete voi.. Il vostro gallo”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News